Coronavirus, sette morti in un giorno nelle Marche, il più giovane aveva 65 anni. Ricoveri in calo/ Il contagio nelle regioni

Giovedì 11 Febbraio 2021
Coronavirus, sette morti in un giorno nelle Marche, il più giovane aveva 65 anni. Ricoveri in calo

ANCONA - Epidemia di coronavirus, sono stati 7 i morti segnalati oggi, giovedì 11 febbraio, dal Gores nelle Marche. Si tratta di una donna e 6 uomini, tutti già affetti da altre malattie. La vittima più giovane è stata un 65enne di san Benedetto (Ap), quella più anziana un 91enne di Colli del Tronto (Ap).
Dall'Inizio dell'epidemia sono state 2.085 le vittime del coronavirus nelle Marche, 1.173 uomini e 912 donne con un'età media di 82 anni: il 96,1% dei deceduti era afflitto anche da altre malattie. La provincia di Pesaro e Urbino è quella con più decessi (825), seguita da Ancona (529), Macerata (351), Fermo (199)  e Ascoli (164). Sono 17 le vittime provenienti da fuori regione.

I RICOVERATI NELLE REGIONI

 

 

MENO RICOVERI, MA PIÙ IN TERPIA INTENSIVA

Cala leggermente nell'utimo giorno il numero di ricoverati nelle Marche per Covid-19 (da 606 a 604, -2), ma aumentano i degenti in Terapia intensiva (75, +3) e Semintensiva (158, +1). In diminuzione invece i pazienti nei reparti non intensivi (371, -6). Calano gli ospiti di strutture territoriali (203, -4) e di assistiti nei pronto soccorso (35, -2). Il numero dei positivi in isolamento domiciliare torna sopra i 7mila (7.104, +98) e si impenna anche quello delle quarantene per contatto con contagiati (15.654, +719; 4.705 con sintomi e 414 operatori sanitari). I guariti sono 49.747 (+326)

© RIPRODUZIONE RISERVATA