Edilizia agevolata per giovani coppie con edifici del centro da riconvertire. Pezzanesi: «Un grande piano di rilancio»

Sabato 15 Gennaio 2022 di Giuseppe Porzi
Edilizia agevolata per giovani coppie con edifici del centro da riconvertire. Pezzanesi: «Un grande piano di rilancio»

TOLENTINO  - Un bando per la ricerca di immobili e di spazi o volumetrie in centro storico, di proprietà di privati che possano essere messi a disposizione del Comune mediante alienazione o con forme di collaborazione pubblico-privato, per l’avvio di azioni di edilizia agevolata destinata a giovani coppie che vogliano acquistare la prima casa in centro storico, e per l’individuazione di spazi da adibire a piazze, parcheggi ed aree verdi.

 

È quanto ha deliberato l’amministrazione comunale nel quadro di un vasto progetto di riqualificazione e rilancio della parte storica della città. Non solo, il Comune ha approvato uno schema di avviso e la modulistica per la ricerca di immobili in centro storico da adibire ad edilizia agevolata per le giovani coppie.


«È una bella iniziativa – sottolinea il sindaco Pezzanesi - che ha seguito il vicesindaco Luconi e che ha supportato l’amministrazione. La realizzazione di questo progetto passa attraverso un armonico utilizzo dei fondi del Psr e una applicazione delle regole che abbiamo sancito con il nuovo piano del centro storico dove abbiamo previsto che laddove i privati non hanno interesse a recuperare aree, il Comune possa intervenire. Sarà molto importante, oltre agli appartamenti, prevedere la riqualificazione di spazi verdi e la realizzazione di infrastrutture indispensabili come garage, parcheggi e aree relazionali».


Insomma, nuova residenzialità e infrastrutture e spazi per una migliore fruizione del centro , accompagnati da importanti progetti di riqualificazione urbana. Riguardo alla residenzialità, il programma riservato alle giovani coppie prevede che si possano individuare spazi e/o volumetrie in centro storico, di proprietà privati, che possano essere messi a disposizione del Comune per uno studio di fattibilità tecnico-economica finalizzato alla riqualificazione urbana, mettendo in campo azioni di edilizia agevolata. questa sarà rivolta a giovani coppie in possesso di determinati requisiti quali, tra gli altri, un’età compresa tra i 25 e i 40 anni e con un Isee compreso tra 25mila e 40mila euro. A tal proposito, il piano prevede che possa essere attribuito in sede di graduatoria un punteggio ulteriore alle coppie con figli minori in età scolare. questo perché l’amministrazione comunale «ritiene che per il centro la linfa vitale provenga proprio dalla scelta di stabilircisi in pianta stabile, comprendendone ed accettandone le caratteristiche preponderanti».

Non sollo appartamenti, comunque, ma anche luoghi ove sia possibile costruire parcheggi e garage destinati ai fruitori del centro, quali operatori di settore, negozianti, professionisti e residenti. Per rendere possibile tutto ciò la giunta pensa anche a strumenti come politiche fiscali, «possibilmente anche insieme alla Regione, che abbattano il costo al metro quadro, che conferiscano contributi a fondo perduto o che esentino dalla tassazione per i primi anni di residenza o ancora che si facciano da garanti per i mutui, pagandone gli interessi per i primi anni di residenza».


«Credo fermamente in questo progetto – commenta il vicesindaco Silvia Luconi - e ringrazio il sindaco e l’amministrazione comunale che lo hanno sostenuto. In centro storico possono esserci tutti i servizi possibili che sono certamente fondamentali ma se non c’è la residenzialità e con questa intendo famiglie e bambini che lo animano, abitano e ci consumano, i servizi non saranno mai abbastanza». Il vicesindaco parla di «una buona edilizia abitativa che possa riprendere anche le modalità di popolazione come su contrada Pace», 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA