Ciclista travolto in prognosi riservata, il pirata ci ripensa e si presenta al comando dei vigili

Giovedì 11 Febbraio 2021
San Severino, ciclista travolto in prognosi riservata, il pirata ci ripensa e si presenta al comando dei vigili

SAN SEVERINO - Travolge un uomo in bicicletta, mandandolo all'ospedale, non si ferma a soccorrerlo e fugge. Ma il pirata ci ripensa e poche ore dopo si presenta al comando di vigili urbani di San Severino.

Si è presentato spontaneamente presso il Comando della Polizia Localedi San Severino Marche l’automobilista, un settempedano di mezza età, che ieri sera, intorno alle 17,45, ha investito lungo la Sp.127, subito dopo il villaggio terremotati “Campagnano”, in via San Michele, un 38enne nigeriano residente in città, sposato e padre di un bambino, facendolo finire rovinosamente a terra.

Le sue condizioni sono subito apparse gravi ai primi soccorritori, alcuni automobilisti. Sono stati loro a dare l’allarme al “118” che ha inviato sul posto un’ambulanza. Viste le condizioni dell’uomo è stato disposto l’immediato trasferimento in codice rosso all’ospedale di Macerata. Il ciclista, pur avendo riportato diverse fratture, non è in pericolo di vita anche se i sanitari si sono riservati la prognosi.

L’investitore, intorno alle 20 di ieri sera, si è presentato spontaneamente al Comando della Polizia Locale. Gli agenti si erano messi subito sulle sue tracce dell’investitore dopo aver raccolto, sul luogo dell’incidente, i frammenti di uno specchietto retrovisore laterale e aver raccolto le testimonianze di alcuni automobilisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA