Macerata, fucili, pistole, armi "fai da te" e 16mila cartucce: sequestrato l'arsenale

Sabato 25 Gennaio 2020
Macerata, fucili, pistole, armi

MACERATA - Deteneva in modo illecito 16mila munizioni e quattro congegni artigianali: sequestrato un piccolo arsenale a un appassionato cacciatore maceratese. Non aveva regolarmente comunicato al competente ufficio lo spostamento di una delle armi e proprio da un controllo effettuato dalla Polizia Amministrativa della questura di Macerata è scattato il provvedimento nei suoi confronti. Protagonista della vicenda un uomo del capoluogo.

LEGGI ANCHE:
Pesaro, va a fare la spesa e gli rubano uno pneumatico: trova l'auto sopra un vaso

Nove cuccioli salvati dai carabinieri forestali, via libera alla vendita all'asta. Ecco come funzionerà e quando ci sarà

I poliziotti hanno quindi provveduto al sequestro del piccolo arsenale di cui l’appassionato era in possesso: sei fucili, sei pistole, quattro armi “fai da te” (tre calibro 357 Magnum, se fossero perfettamente funzionanti, e un “cannoncino”), un coltello, 16mila munizioni e polvere da sparo. E proprio le munizioni e gli strumenti artigianali sono finiti sotto la lente della Polizia. «Il limite di detenzione delle munizioni è di 200 (1500 in caso di licenza per uso sportivo) mentre i quattro strumenti artigianali, se dovesse risultare perfettamente funzionanti, farebbero rischiare all’uomo la denuncia per possesso di armi clandestine; un reato per il quale non sarà poi più possibile possedere in futuro delle armi e punibile da tre a dieci anni» spiega il primo dirigente Giuseppe Marchetti della Divisione di Polizia Amministrativa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA