Nel Maceratese aumentano i contagi. Controlli anti-Covid: multate 170 persone, otto i locali chiusi

Mercoledì 31 Marzo 2021 di Daniel Fermanelli
Polizia e carabinieri

MACERATA - Le forze dell’ordine potenziano i controlli anti-Covid in provincia. Durante le festività pasquali sarà in campo una vera e propria task force, come disposto dal prefetto Flavio Ferdani nel corso dell’ultima riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. E intanto già fioccano le multe per le violazioni delle norme per il contenimento della pandemia.

LEGGI ANCHE

Sbagliano vaccino, iniettano AstraZeneca invece che Pfizer, all'anziano cardiopatico vengono febbre alta e dolori

LEGGI ANCHE

Pasqua con l'incubo Covid. Dopo il prete infettato dalle perpetue scoperto positivo il viceparroco del Duomo

 

Un impegno, quello finalizzato alla verifica del rispetto delle norme per arginare la pandemia, che non è mai mancato. E lo dimostrano i dati dell’attività svolta dal primo al 29 marzo. Sono state controllate 14.916 persone, 170 sono stati i verbali elevati per violazioni; 6371 gli esercizi commerciali controllati, 10 i titolari di attività sanzionati, 8 le attività chiuse temporaneamente. Alla riunione hanno preso parte, oltre ai vertici delle forze dell’ordine, i sindaci dei Comuni di Macerata e di Tolentino, Sandro Parcaroli e Giuseppe Pezzanesi, i rappresentanti del Comune di Civitanova, il comandante della sezione della polizia stradale di Macerata Tommaso Vecchio, il direttore regionale dell’Asur Marche Nadia Storti, il direttore dell’Asur Area Vasta 3 Daniela Corsi e il rappresentante della Capitaneria di Porto di Civitanova. In merito all’andamento della diffusione del Covid-19, è stato in primo luogo rappresentato che, in ambito regionale, si assiste ad una tenue riduzione dei contagi, mentre nella provincia di Macerata si riscontra un incremento. Emerge inoltre un abbassamento dell’età media delle persone contagiate, indice di rischio più elevato trattandosi di soggetti che mantengono una seppur limitata socialità. Nel complesso, il quadro epidemiologico continua ad essere caratterizzato da un livello di contagi che richiede la massima attenzione. 
Pertanto, è stata ribadita e condivisa la necessità di continuare a garantire su tutto il territorio provinciale verifiche capillari attraverso una costante attività di controllo circa l’osservanza della norme, con l’applicazione delle conseguenti sanzioni. A tali attività prenderanno parte ciascuno nel proprio ambito, ma in modo coordinato, la polizia di Stato, l’Arma dei carabinieri, la Guardia di finanza, le polizie locali e provinciali, la polizia stradale di Macerata e la Capitaneria di Porto.

 

Ultimo aggiornamento: 19:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA