Macerata, l'auto sfreccia con un ragazzo
in overdose: la Polizia decide di scortarli

Sabato 18 Maggio 2019 di Daniel Fermanelli
MACERATA - Un 29enne finisce in overdose: salvato in extremis grazie al tempestivo intervento della polizia e alle cure dei medici dell’ospedale di Macerata. È­s uccesso nel primo pomeriggio di giovedì, quando gli agenti dell’Ufficio prevenzione e soccorso pubblico della questura si trovavano nei pressi della stazione ferroviaria, impegnati in un servizio di controllo del territorio.
I poliziotti hanno visto transitare a velocità sostenuta un’auto che usciva dal parcheggio di un vicino supermercato. Gli agenti hanno intimato l’alt al conducente dell’auto, che si è immediatamente fermato. In auto c’era anche una persona colta da malore perché in overdose: si trovava sul sedile posteriore, era piegata su se stessa, apparentemente priva di sensi. Doveva raggiungere l’ospedale il prima possibile. Così, per guadagnare tempo, la vettura è stata scortata dalla Volante fino al vicino pronto soccorso, dove l’uomo colto da malore è stato affidato alle cure dai sanitari.
  
Il conducente della vettura, un 43enne residente in provincia, tossicodipendente, ha riferito di essersi recato insieme al suo amico nel parcheggio del supermercato e di aver assunto poco prima eroina. Subito dopo l’amico si era sentito male. Il ragazzo colto da malore, un 29enne residente a Macerata, è stato rianimato dal personale sanitario e dopo aver ricevuto le cure del caso - trascorsa qualche ora in osservazione - è stato dimesso. Tutti e due gli uomini sono stati segnalati alle autorità competenti quali assuntori di sostanze stupefacenti e l’autista dell’auto, come da prassi in questi casi, anche per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.
Sono in corso, da parte degli agenti della Squadra mobile della questura di Macerata, indagini per verificare chi avesse ceduto ai due le dosi di eroina. La zona della stazione si conferma come una delle più critiche sul fronte dello spaccio e proprio per questo ormai da mesi, su disposizione del questore Antonio Pignataro, è stata notevolmente potenziata l’attività di controllo. © RIPRODUZIONE RISERVATA