Pusher sorpreso con l'eroina, vede i carabinieri e tenta la fuga in bici ma cade e viene arrestato

Sabato 9 Gennaio 2021 di Chiara Marinelli
L'operazione è stata condotta dai carabinieri

CIVITANOVA - Vede i carabinieri, scappa in sella alla sua bicicletta e cade. Addosso aveva un involucro contenente cinquanta grammi di eroina e alcune dosi di hashish. Invano ha cercato di disfarsene: i carabinieri lo hanno raggiunto e bloccato. Così un giovane pusher è finito nei guai.

 

Il giorno dell’Epifania, i militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia dei carabinieri, guidata dal capitano Massimo Amicucci, hanno tratto in arresto un ventunenne tunisino, trovato in possesso come si diceva di un involucro cone cinquanta grammi di eroina ed alcune dosi di hashish, oltre a risultare poi responsabile della violazione delle norme in materia di immigrazione.

L’operazione è stata condotta nel primo pomeriggio, quando il giovane era stato notato nella zona di Fontespina. Non appena ha visto i carabinieri il tunisino ha tentato invano di scappare, ha perso il controllo della bicicletta ed è scivolato. Una volta raggiunto dai militari, il giovane ha provato inutilmente a disfarsi dell’involucro con lo stupefacente. La confezione è stato immediatamente recuperata, insieme ad alcune dosi di hashish che teneva invece nascoste nelle scarpe. Il giovane è stato bloccato, arrestato e condotto in caserma.

Con sé non aveva alcun documento di identità. Inoltre, gli ulteriori accertamenti effettuati il giorno successivo, che servivano a chiarire la sua posizione sul territorio nazionale, hanno consentito di verificare che il giovane, senza fissa dimora,  era già stato respinto attraverso l’accompagnamento coatto alla frontiera il 6 febbraio 2020 in seguito a un  provvedimento della Questura di Trapani. Pertanto, è stato di nuovo arrestato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA