Gruppi di giovani senza mascherina nascosti dietro gli chalet per sfuggire ai controlli anti Covid-19

Sabato 23 Maggio 2020 di Benedetta Lombo
L'assessore Cognigni e la polizia locale con il quad sulla spiaggia
CIVITANOVA - Controlli intensificati per il fine settimana. Le forze dell’ordine saranno impegnate per garantire il rispetto del divieto di assembramento e di aggregazioni all’esterno dei locali pubblici e nelle aree dove ci sarà maggior afflusso. A ribadirlo ieri mattina il prefetto Iolanda Rolli nel corso della riunione in videoconferenza del Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica a cui hanno partecipato i vertici delle forze di polizia, della Provincia e gli assessori alla Sicurezza di Macerata, Mario Iesari, e Civitanova, Giuseppe Cognigni. Ad essere monitorati in modo più stringente saranno soprattutto i luoghi della movida giovanile, quelli dove si trovano i locali maggiormente frequentati, i centri commerciali e le spiagge.

LEGGI ANCHE: Solo in due in barca? Non più, le Marche aboliscono il decreto: bastano mascherine e distanziamento/ Le linee guida

 

«Il questore e il prefetto non ci hanno mai lasciati soli e per questo li ringrazio – ha riferito l’assessore civitanovese Cognigni –. Ho chiesto un aiuto per la zona spiaggia, durante il fine settimana e in alcuni pomeriggi non è facile gestire la situazione. Un ragazzo su tre tendenzialmente non porta la mascherina, ed è grave. Si riuniscono in spiaggia, dove, lo ricordo, non si può prendere il sole, si nascondono dietro gli chalet e tantissimi ragazzi non portano mascherina. Ho chiesto di poter sganciare una delle due pattuglie fisse della polizia locale che controllano i documenti insieme alle forze di polizia, in modo da avere più fluidità nei controlli. Cercheremo di far lavorare una pattuglia fissa il sabato fino a mezzanotte per controllare i locali ma abbiamo chiesto un supporto». Oggi e domani un agente sul quad controllerà la spiaggia, una pattuglia in bici sarà nei vari parchi dal Ceccetti fino alla pista ciclabile del Castellaro. 
«Non vogliamo sanzionare le persone ma speriamo nel buon senso –ha concluso Cognigni –. In centro ci sarà una pattuglia fissa fino alle 20, ma stiamo valutando di arrivare a mezzanotte». Attenzione alta anche a Macerata. «I controlli saranno puntuali – ha spiegato l’assessore Iesari -, ma l’ottica non è di punizione quanto di accompagnamento dei cittadini, dev’essere tutta la comunità a rispettare e a far rispettare le regole». 
Nel corso della riunione sono stati anche esaminati i progetti dei Comuni di Macerata e Civitanova, destinatari rispettivamente di un finanziamento di 26.108 euro e 26.482 euro dal fondo “Scuole Sicure” 2020-2021, che consentiranno un più articolato piano di sorveglianza, controllo e prevenzione dello spaccio nelle aree maggiormente a rischio. A Civitanova il finanziamento verrà utilizzato per l’acquisto di 21 telecamere “di contesto” (non Ocr, ndr) nella zona del parco Cecchetti e nella zona di via Ciro Menotti nei cui pressi c’è la scuola statale. A Macerata l’intervento prevede sia il potenziamento del sistema di videosorveglianza sia la costituzione di un nucleo antidroga all’interno della polizia locale. © RIPRODUZIONE RISERVATA