Centro vaccini alla Croce Verde, si cambia: «Qui al palas un grande lavoro, ma ora è tempo di traslocare»

Martedì 29 Giugno 2021
Centro vaccini alla Croce Verde, si cambia: «Qui al palas un grande lavoro, ma ora è tempo di traslocare»

PORTO SANT’ELPIDIO - Si trasferisce il centro vaccini, dal palazzetto dello sport di via Ungheria al piano terra della Croce Verde in via del Palo, alla Casa del Volontariato. I medici possono respirare. Considerando il caldo che fa e la mancanza di climatizzatore dove sono, sarebbero proprio loro i soggetti più deboli, a rischio. Per fortuna si cambia, con la speranza che in Regione si accorgano che c’è una struttura vaccinale a Porto Sant’Elpidio.

 

Prima c’era stato l’errore sul codice di avviamento postale, che nascondeva la struttura alla piattaforma per le prenotazioni. Ora restano i report mensili che non comprendono la riviera elpidiense. Ma l’equipe medica formata da una ventina di specialisti riesce a immunizzare anche 200 persone al giorno lavorando lunedì, martedì e giovedì pomeriggio più mercoledì e venerdì mattina. Sono tre medici di base, l’infermiere e sei volontari per le relazioni con il pubblico.


Avviata il 7 aprile l’attività, si tirano le somme di quasi tre mesi: «Di strada ne abbiamo fatta tanta – dice Loretta Carpiceci, coordinatrice dell’equipe medica –: lavoriamo a pieno ritmo con 100 prenotazioni dalla Regione e 50 pazienti a testa tutti i giorni». Massima è la dedizione dei medici che, oltre all’impegno nei loro ambulatori, svolgono quest’attività aggiuntiva e, se non fosse per il Comune e le Farmacie comunali, dalla sanità fermana non avrebbero il cotone né l’alcol etilico per disinfettare. Perfino i grembiuli si sono dovuti comprare, i medici. Ma le Farmacie sopperiscono alle carenze della sanità fermana. Anche il problema dell’approvvigionamento vaccini è superato e, se il mancato collegamento alla piattaforma regionale ha portato tanti elpidiensi a Fermo per la profilassi, a Porto Sant’Elpidio sono venuti in tanti dall’entroterra, da Amandola e persino da Tolentino.

«Ora siamo al completo come staff - dice Carpiceci - anzi, dovrò chiedere a Fermo di mandarci i medici che sono sottoutilizzati». Qualcuno deve prendersi le ferie e con questa calura dovrebbe esserci più turn over tra i camici bianchi ma nemmeno un amministrativo hanno inviato in via Ungheria, così come i cerotti, forniti dalle farmacie. Solo alle siringhe ha pensato l’Area Vasta. Il presidente delle Farmacie Marco Traini parla del sostegno della partecipata, che prosegue. E parla del trasferimento di giovedì: «Il salone sarà allestito con cabine, sala d’attesa, tendoni all’esterno per avere tutti un sollievo dal caldo. I vaccini più utilizzati al momento sono Pfizer. A luglio si faranno richiami AstraZeneca». Il presidente della Croce Verde Ezio Montevidoni dice che alla Casa del Volontariato «si starà meglio». I volontari dell’associazione “Vicino a te” coordinati dalla presidente Tiziana Antonini continueranno la loro opera. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA