Rompe i vetri delle auto in sosta per rubare: il ladro incastrato dai vestiti

Giovedì 5 Novembre 2020 di Pierpaolo Pierleoni
Porto San Giorrgio, rompe i vetri delle auto in sosta per rubare: il ladro incastrato dai vestiti

PORTO SAN GIORGIO - Oltre 250 persone e 180 veicoli fermati e controllati, quasi la metà nella zona costiera, solo nelle ultime 24 ore. È pressante l’azione delle volanti della Questura e delle altre forze di polizia in provincia per garantire il rispetto delle misure di contenimento della pandemia di Covid 19.

LEGGI ANCHE:

Le Marche in zona gialla. Acquaroli non stringe: «È il governo che decide»

Scoperti i furbetti del reddito di cittadinanza: uno aveva cinque case. Denunciati, dovranno restituire tutto

Nel corso delle puntigliose verifiche, anche l’identificazione e la denuncia di un nordafricano, ritenuto responsabile del furto di un borsello all’interno di un’auto. Il quarantenne clandestino era ricercato da alcuni giorni.

 

Gravita da anni nel Fermano. Aveva infranto un finestrino di un’auto parcheggiata nei pressi di uno chalet sul lungomare nord di Porto San Giorgio, portando via dal sedile un borsello contenente valori ed effetti personali. Le telecamere di videosorveglianza presenti in zona hanno ripreso l’azione criminosa, ma la mascherina indossata dall’uomo ha reso difficile l’identificazione. L’abbigliamento analogo indossato dal magrebino ed altri elementi di prova hanno consentito di accertare la sua responsabilità. Il presidio del territorio provinciale è andato dai pattugliamenti in strada alle visite nelle attività commerciali di somministrazione alimenti e bevande, fino ai luoghi di aggregazione spontanea, come fermate dei mezzi di trasporto pubblico ed istituti scolastici. Sul fronte anti-Covid, la Questura ha rinforzato l’impiego di Volanti per i servizi a tutela della salute pubblica.

 

L’obiettivo è quello di garantire una presenza costante e capillare delle forze dell’ordine. Presidio che chiaramente si fa particolarmente attento nei Comuni del litorale, dove è più naturale e frequente che si verifichino assembramenti con potenziale rischio di nuovi contagi da coronavirus. Diverse anche le risposte a richieste dei residenti, che hanno contattato il numero di emergenza della polizia di Stato per segnalare situazioni irregolari. Solo nella serata di martedì, nonostante un contesto di presenze sempre più limitate, vista la chiusura dei locali alle 18, le azioni disposte dal questore di Fermo Rosa Romano hanno consentito di identificare oltre cento persone, solo nella zona costiera, controllando 80 veicoli sia in sosta che in transito. La polizia fa sapere di aver elevato alcune sanzioni amministrative per la violazione del Codice della strada. Le irregolarità vanno dalla mancata revisione del veicolo alla guida con patente scaduta da più di due anni o alla mancanza della documentazione obbligatoria. A fronte di qualche eccezione, il bilancio tracciato dalla Questura è positivo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA