Caccia alla banda delle Volkswagen, bloccati in 4

Giovedì 5 Novembre 2020 di Federica Serfilippi
Caccia alla banda delle Volkswagen, bloccati in 4

ANCONA  - Erano all’interno di una Fiat Panda che procedeva a passo d’uomo in via Trieste. Guardavano al di là del finestrino, come a raggiungere con lo sguardo un prossimo obiettivo da colpire. Il sopralluogo di una presunta banda di ladri è stato fermato la scorsa notte, attorno alle 2, da una pattuglia dei carabinieri del Norm. L’utilitaria è stata bloccata nel cuore del quartiere adriatico, una delle zone più tartassate dai topi d’auto, in azione la scorsa settimana con tre furti messi a segno e uno tentato. 

 
Proprio per prevenire altri eventuali reati predatori, i carabinieri della Compagnia – diretti dal capitano Manuel Romanelli – hanno predisposto dei servizi mirati nelle aree considerate più appetibili per i ladri. Ed è così che nel cuore della notte si sono imbattuti nel veicolo sospetto. A bordo c’erano quattro persone, di età compresa tra i 16 e i 30 anni, tutte residenti a Cerignola e con precedenti specifici in materia di furti. Nel veicolo e addosso ai fermati, i carabinieri non hanno trovato arnesi da scasso o marchingegni eventualmente compatibili con i ladrocini. Non è stato dunque possibile procedere con la denuncia. Ma i militari hanno proposto al questore il foglio di via per tre anni dalla città dorica da applicare nei confronti del quartetto. Questo perché, il gruppo non ha dato motivazioni valide sulla presenza nel territorio anconetano.

 

L’ipotesi degli investigatori è che i quattro stessero eseguendo un sopralluogo per capire, eventualmente, quale veicolo rubare. La settimana scorsa, i ladri si erano accaniti su almeno quattro veicoli, tutti del gruppo Volkswagen. Inizialmente, era sparita una Fiat Golf da via Cervi. Poi, era toccato al quartiere adriatico. In una notte i malviventi avevano messo le mani su una Tiguan parcheggiata in corso Amendola e su una Skoda Fabia lasciata in via Fazioli. In quest’ultimo caso, il furto non era stato completo, ma i ladri avevano lasciato segni di effrazione. Rubata anche una T-Roc in via Tibaldi. Il suv è stato trovato a poche ore dalla denuncia del proprietario proprio a Cerignola, città di residenza dei quattro fermati dai carabinieri in via Trieste. L’incubo dei topi d’auto aveva terrorizzato Ancona due anni fa, con colpi quasi quotidiani in ogni zona della città. Il modus operandi? I criminali sono dotati di uno strumento che manda in tilt la centralina, consentendo di loro di azionare il veicolo e staccare eventuali sistemi Gps e antifurto. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA