La Fiera d'autunno di Porto San Giorgio sfida anche il meteo. Si prevede l'assalto alle bancarelle nel pomeriggio

La Fiera d'autunno di Porto San Giorgio sfida anche il meteo. Si prevede l'assalto alle bancarelle nel pomeriggio
La Fiera d'autunno di Porto San Giorgio sfida anche il meteo. Si prevede l'assalto alle bancarelle nel pomeriggio
di Serena Murri
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Novembre 2022, 05:35

PORTO SAN GIORGIO - Oggi Fiera d’autunno per le vie del centro con più di 200 espositori. Si parte con l’incognita del meteo ma l’evento è sempre capace di attirare presenze importanti da tutto il territorio. Molti ambulanti attendono questa giornata da mesi, come una delle fiere più rilevanti del territorio. D’altra parte la categoria aspettava l’avvento del freddo per vendere capi e prodotti utili ad affrontare l’inverno e il freddo stavolta sembra proprio arrivato.

I settori più gettonati, come per ogni fiera, sono al solito quello dell’abbigliamento, quindi scarpe, borse, pelletterie e prodotti di uso domestico. Va da sé che poi chi oggi arriva in città, dopo un giro tra le bancarelle, farà una passeggiata tra viali e vetrine, entrando in un bar per consumare magari un aperitivo. Tutti gli spazi principali della città sono pronti ad accogliere il pubblico che si riverserà per la città.


La giornata


Il boom di presenze è atteso - come sempre - per il pomeriggio. Come ricorda l’assessore al Commercio, Giampiero Marcattili, «si tratta di una fiera strettamente condizionata dal meteo. Come presenze siamo in linea con le presenze delle stagioni passate. È anche l’occasione giusta per promuovere la città». Durante la giornata verrà distribuita la brochure che pubblicizza il Natale in città. Nell’edizione di quest’anno, intrattenimento garantito con iniziative correlate a partire dalla rinomata esposizione di auto del Campe, quindi le bancarelle della Coldiretti su viale Don Minzoni, la mostra Vie di fuga artisti all’opera. Questa iniziativa vedrà protagonista il body painting; poi fotografia e teatro danza dalle 11 alle 17 per un microfestival delle arti organizzato da Danilo De Cocci. L’idea è nata nel 2020 da un’idea di Ilaria Ferretti e Alessandro Luzi per raccontare il lavoro di giovani artisti, portando a dialogare voci diverse e facendole intersecare sui temi dell’evasione dal reale. Così decine di cavalletti posizionati sl viale Cavallotti, daranno vita a un percorso espositivo, composto da tanti piccoli studi d’artista.


La performance


Non mancheranno momenti di coinvolgimento del pubblico, con la performance inedita del giovane artista Filippo Paci e l’intervento del gruppo romano di danza e teatro Contatto con le sue incursioni urbane. Spazio anche alla fotografia, con una piccola esposizione di lavori del fotografo sangiorgese Matteo Paci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA