La fiera dell'Immacolata lancia il cartellone di Natale: «Il centro storico è sempre più attraente»

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Chiara Morini
La fiera dell'Immacolata lancia il cartellone di Natale: «Il centro storico è sempre più attraente»

FERMO - Il Duomo illuminato di viola, la chiesa di San Francesco di blu, ma soprattutto Babbo Natale che è tornato “a casa sua” in via Vittorio Veneto: con la fiera e tutte le altre attività e attrazioni, ora «il Natale è al completo» commenta l’assessore al Turismo Annalisa Cerretani. Una giornata intensa, per Fermo, ieri, la prima con tutti gli eventi del cartellone natalizio, a creare un vero e proprio clima festoso, nel ponte dell’Immacolata. La fiera è stata molto bella, con espositori che hanno aperto dalle 9 alle 20, offrendo artigianato non solo natalizio. «Non è stato il classico mercato – aggiunge la Cerretani – tanti i visitatori nonostante in alcuni momenti il tempo minacciasse pioggia».

 
Qualche goccia d’acqua solamente, non ha disturbato il clima di festa: nemmeno in piazza del Popolo, con alcuni espositori presenti, la pista di ghiaccio che ormai è una realtà consolidata da giorni, e ancora la piccola pista dove ci sono state incursioni circensi a cura del Takimiri, e l’albero meccanizzato, la giostrina che fa salire i più piccoli nelle palline di addobbo in versione gigante, il gioco del rompighiaccio e il mercatino nelle casette. Aperti i presepi alle Piccole Cisterne Romane, per gli appassionati e i semplici curiosi, aperto anche il presepe meccanizzato dell’Opera Don Ricci, alle 17 di ieri pomeriggio l’evento più atteso dai più piccoli.


«La contrada Campolege – racconta l’assessore Cerretani – ha lavorato 4 mesi per riaprire la casa di Babbo Natale. Li ringraziamo, era importante esserci, questa è una delle tappe importanti per il percorso natalizio. Una tappa di passaggio, per quanto al chiuso, dove i piccoli potranno vedere, incontrare e parlare con Babbo Natale, consegnandogli la classica letterina. E lui, il “padrone di casa”, è arrivato al tunnel di via Veneto, vestito di rosso e in sella al suo cavallo». Il centro storico diventa “capitale del Natale di Fermo”, ma aggiunge la Cerretani «siamo anche pronti pure a Lido di Fermo, abbiamo la slitta di Babbo Natale, le luminarie». Un’atmosfera natalizia e di festa che i più piccoli, dopo l’incontro con Santa Claus, possono vivere ancora nel tendone del circo, con i laboratori loro dedicati per far conoscere concretamente il mondo del circo. Ieri, intanto, è tornato il Natelexpress, il trenino natalizio che farà le sue corse dall’8 dicembre al 6 gennaio.


In particolare, dopo ieri, sabato e domenica prossimi, dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30, poi ancora il 18 e 19 dicembre, stessi orari, e tutti i giorni dal 24 dicembre fino a chiusura. Ma il programma delle feste prevede anche il teatro dell’Aquila. Ieri sera il momento celebrativo dei 40 anni della Cavalcata dell’Assunta, e di qui in avanti anche il prossimo spettacolo di prosa, “Il nodo” con Ambra Angiolini, sabato sera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA