Bollette acqua, luce e gas: nuove regole per gli sconti automatici in bolletta (fino a 177 euro)

Lunedì 26 Luglio 2021
Acqua, luce e gas: nuove regole per gli sconti automatici in bolletta fino a 177 euro

Dallo scorso 1° luglio sono disponibili i nuovi sconti statali per coprire parte delle bollette di acqua, gas e luce. Nuovi perché al contrario delle vecchie regole, più complesse, oggi ottenere questi bonus è molto più semplice. Si tratta di agevolazioni fino a 177 euro, particolarmente utili in un momento come questo, in cui i prezzi si sono impennati con rincari anche a due cifre. Restano, però, dei paletti, il più importante dei quali è il patrimonio familiare, misurato dall'Isee: solo i meno abbienti e le famiglie più povere possono accedere a queste agevolazioni.

 

Acqua, gas e luce, la documentazione

Il nuovo sistema sostituisce il vecchio bonus su richiesta: fino al 2020 era necessario presentare domanda al Comune di residenza o al CAF, insieme alla documentazione richiesta. Ora basta compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), con i bonus che avranno una durata annuale.

 

La Dsu va già presentata ogni anno per ottenere la certificazione dell'Isee. Se il nucleo familiare richiedente rientrerà nei parametri, l'Inps invierà direttamente i dati al al Sistema informativo integrato (Sii). Si tratta di quella banca dati che contiene tutte le informazioni per trovare le forniture elettriche e di gas oltre che i gestori idrici. A quel punto scatterà automaticamente l'agevolazione. Se la famiglia è servita da forniture centralizzata, però, è previsto un processo ad hoc di ammissione. 

Ogni famiglia ha diritto ad un solo bonus per categoria: elettrico, idrico e gas. Lo si può ottenere ogni anno.

 

Quanto vale l'agevolazione e i requisiti per chiederla

 

I bonus acqua, luce, gas automatici possono essere richiesti dai nuclei familiari con un Isee non superiore a 8.265 euro (ma nel caso di famiglie con almeno quattro figli il limite si alza a 20mila euro). Vi accedono anche i percettori di Reddito o Pensione di cittadinanza. Più di 2,5 milioni di famiglie in Italia, quindi, ne hanno diritto.

 

 

Il valore dello sconto dipende dal numero dei componenti della famiglia e viene aggiornato di anno in anno. L'agevolazione, però, arriva solo a un componente del nucleo. Se è da solo o c'è un'altra persona gli spettano 128 euro, se con altre 2-3 151, mentre oltre i cinque componenti familiari scatta il sostegno da 177 euro. La cifra viene detratta dalle diverse che corrispondono ai consumi dell'anno successivo alla presentazione della Dsu.

 

La stangata sulle bollette di quest'estate

 

Quella che si è vista a partire da questo mese, intanto, è stata una vera e propria stangata sui prezzi di luce (+ 9,9%) e gas (+15,3%). Gli aumenti, come ha spiegato l'Arera (l'Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente), sono legati al trend di forte crescita delle quotazioni delle principali materie prime energetiche. In particolare i prezzi europei del gas sono cresciuti di oltre il 30% nel secondo trimestre del 2021 rispetto al primo e risultano sempre più correlati con il prezzo della Co2 che, nel mese in corso, si è attestato oltre i 50 euro a tonnellata di anidride carbonica.

 

 

L'assolvimento degli obblighi del mercato europeo delle quote dei gas inquinanti, infatti, è un elemento di costo nei mercati energetici, che influisce sui prezzi all'ingrosso e, quindi, su quelli finali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche