Inseguito dalla polizia si schianta in moto contro un'auto: morto a 20 anni

Domenica 19 Luglio 2020
Inseguito dalla polizia si schianta in moto contro un'auto: morto a 20 anni

Un 20enne veronese è morto la notte scorsa in un incidente in moto, mentre era inseguito dalle volanti della Polizia, che lo avevano notato poco prima sfrecciare ad alta velocità. Ad un incrocio semaforico nei pressi della a stazione di Porta Nuova il giovane si è schiantato contro una Volkswagen Golf, guidata da una donna, ed è finito rovinosamente sull'asfalto, decedendo all'istante.

LEGGI ANCHE:

Bimbo di due anni travolto e ucciso a Bari dal padre che fa retromarcia

Secondo i rilievi della polizia locale di Verona, e le testimonianze fornite dall'automobilista, rimasta ferita, la moto avrebbe attraversato l'incrocio con il semaforo rosso. Il ragazzo sarebbe stato intercettato dalla polizia in sella ad uno scooter appartenente ad un'altra persona mentre andava a forte velocità. Gli agenti della Volante hanno fatto una inversione per mettersi all'inseguimento della moto, pur rimanendo sempre ad una distanza. Nella dinamica del fatto resta infatti da appurare se il motociclista si fosse reso conto di essere seguito dalla polizia. Il ventenne ha proseguito comunque con lo scooter a forte velocità, fino ad attraversare l'incrocio semaforico tra piazza Simoni e la circonvallazione Oriani, finendo con l'impattare contro la Golf. La stessa vettura è finita a sua volta nel contraccolpo contro un'altra automobile, condotta sempre da una donna rimasta anche lei ferita. I rilievi dell'incidente sono condotti dalla Polizia municipale di Verona.

Ultimo aggiornamento: 14:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA