Chi fa troppo sport fa poco sesso:
questionari anonimi agli atleti

Atleti in gara (foto di archivio)
Atleti in gara (foto di archivio)
di Alberto Comisso
1 Minuto di Lettura
Martedì 7 Marzo 2017, 09:35 - Ultimo aggiornamento: 11:15

PORDENONE - Troppo sport uguale poco sesso. Una equazione emersa da una ricerca condotta su un campione di mille atleti e che arriva dagli Stati Uniti. Un'attività fisica molto vigorosa sarebbe associata ad un calo della libido come evidenziano i risultati dello studio della University of North Carolina, condotto dal professor Anthony Hackney e pubblicato nel mensile Medicine and Scienze in sports and exercise.

I ricercatori hanno realizzato un questionario con focus sull'attività e il desiderio sessuale. Lo hanno sottoposto a coloro che facevano parte di gruppi di allenamento di corsa, ciclismo e triathlon, oppure di dipartimenti universitari dedicati allo sport. Una tesi che non convince i medici sportivi del Friuli Occidentale rimasti attratti da questo studio americano. Hanno così approfondito e attraverso il loro presidente regionale, il medico sportivo Fernando Agrusti, vogliono vederci chiaro, attraverso la somministrazione di questionari particolareggiati (ovviamente anonimi) agli atleti locali. Così sarà creato un archivio con dati precisi per capire se tra sesso e sport possa esserci una correlazione stretta. «Al momento sottolinea Agrusti non sono in possesso di dati precisi sull'argomento, anche perché durante una visita sportiva si tende, in assenza di particolari richieste del paziente, a non entrare nella sua sfera sessuale. Quello che a noi medici interessa è se l'atleta è in grado o meno di praticare attività fisica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA