Grembiule obbligatorio a scuola,
Salvini: «Così tutti i bambini sono uguali»

Grembiule obbligatorio
a scuola, Salvini: «Così tutti
i bambini sono uguali»
Riportare l'obbligo del grembiule nelle scuole, un argomento caro a Matteo Salvini sul quale il vicepremier è tornato oggi da Lauria, in Basilicata. Salvini ha ha sostenuto che a scuola «per me metti lo stesso grembiule a tutti, così non ci sono belli e ricchi, ma sono tutti uguali».

Matteo Salvini ha anche rilanciato la proposta della Lega di introdurre l'educazione civica tra le materie da insegnare. «Dalla scuola - spiega - bisogna ripartire, mettendo al centro la maestra» e «io -conclude - quando leggo dei genitori che aggrediscono gli insegnanti per i brutti voti penso che bisognerebbe dare due schiaffoni ai genitori, non ai bambini».

Dal palco di Lauria, in provincia di Potenza, Salvini ha affrontato anche altri argomenti.  
Il caso Diciotti. «Vado a testa alta in Senato, se dovessi essere processato ne sarei orgoglioso, non è un problema, facciano come vogliono» ha detto Matteo Salvini parlando del caso Diciotti, con il voto del Senato che dovrà decidere se dare via libera all'autorizzazione a procedere nei suoi confronti. «Sarò tranquillo e rilassato ma il 20 il Senato dovrà votare per un reato che mi viene fantasiosamente imputato, quello di sequestro aggravato di persone», conclude il ministro dell'Interno.

Il Forum delle famiglie. «Ognuno fa quello che vuole: io ci vado»: così Matteo Salvini ha risposto a una domanda dei giornalisti sul congresso mondiale delle famiglie in programma a Verona. «Io ci vado - ha ribadito Salvini - con tutto il rispetto per le scelte di vita di ciascuno».

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 16 Marzo 2019, 12:56 - Ultimo aggiornamento: 16-03-2019 13:19

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO