Raphel Tunesi ucciso in Messico, arrestata la moglie. L'accusa: «È la mandante dell'omicidio»

Fermati anche due sicari: Gerardo Antonio e Luis Martin

Raphel Tunesi ucciso in Messico, arrestata la moglie. L'accusa: «È la mandante dell'omicidio»
Raphel Tunesi ucciso in Messico, arrestata la moglie. L'accusa: «È la mandante dell'omicidio»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Luglio 2022, 17:41

A volere l'omicidio di Raphel Tunesi, l'albergatore italiano ucciso in Messico lo scorso primo luglio, sarebbe stata la moglie Elisabetta. L'imprenditore era stato assassinato mentre guidava la sua Bmw per andare a prendere le figlie a scuola. Un vero e proprio agguato in cui aveva iniziato a indagare la procura. 

Raphael Tunesi, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola in Messico. Farnesina: «Sia fatta massima luce»

Raphel Tunesi ucciso in Messico, chi è stato arrestato

Gli esecutori materiali del delitto, invece, sarebbero due sicari: Gerardo Antonio e Luis Martin. Entrambi arrestati insieme alla moglie di Tunesi: Elisabetta. Secondo gli inquirenti sarebbe lei la mandante dell'omicidio.

 

La passione per i Maya

Raphael Tunesi era sposato con una donna messicana dalla quale aveva avuto tre figlie ed era proprietario dell'hotel di lusso Quinta Chanabnal. Era uno studioso di cultura Maya e scrisse libri sull'argomento, come El arte maya e Mayas y aztecas, oltre a vari articoli per riviste culturali. Era un conferenziere ed epigrafista, cioè poteva interpretare i glifi Maya. Giornalisti, amici e società civile hanno pianto la sua morte. Tunesi ero molto amato e apprezzato dalla società del Chiapas. "Era un ottimo cittadino", si legge sui social. Nell'aprile 2021 Tunesi aveva partecipato al forum "Messico-Italia 500 anni di dialogo culturale" organizzato dal Ministero della Cultura, dove sono state affrontate le relazioni tra l'Italia e il Messico dalla conquista ad oggi.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA