Coronavirus, altri quattro morti: c'è anche un ragazzo di 22 anni. Il dramma ad un passo dalle Marche

Coronavirus, altri quattro morti: c'è anche un ragazzo di 22 anni
Coronavirus, altri quattro morti: c'è anche un ragazzo di 22 anni
3 Minuti di Lettura
Martedì 12 Maggio 2020, 15:49 - Ultimo aggiornamento: 16:41

Coronavirus, rispetto a ieri in Abruzzo si registra un aumento di 8 casi su un totale di 1080 tamponi analizzati (0.7 per cento di positivi sul totale). Nella giornata di ieri (11 maggio) i positivi erano stati 4 su 499 tamponi analizzati (0.8 per cento). Tra i quattro morti delle ultime ore anche un 22enne di Roccamorice, una notizia che ha sconvolto tutta la regione.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, boom di guariti e terapie intensive quasi vuote nelle Marche, ma a Pesaro ci sono 15 nuovi contagi

222 pazienti (-9 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva (27 in provincia dell’Aquila, 82 in provincia di Chieti, 90 in provincia di Pescara e 23 in provincia di Teramo), 8 (- 1 rispetto a ieri) in terapia intensiva (2 in provincia dell’Aquila, 0 in provincia di Chieti, 4 in provincia di Pescara e 2 in provincia di Teramo), mentre gli altri 1318 (-51 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl (38 in provincia dell’Aquila, 469 in provincia di Chieti, 691 in provincia di Pescara e 120 in provincia di Teramo).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 370 pazienti deceduti (+4 rispetto a ieri): i nuovi decessi (alcuni dei quali avvenuti nei giorni scorsi, ma la cui positività al virus è arrivata nelle ultime 24 ore) riguardano un 22enne di Roccamorice e 3 residenti a Pescara: un 75enne, una 84enne e una 80enne (spetterà in ogni caso all’Istituto Superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone che potrebbero già essere state affette da patologie pregresse); 1197 dimessi/guariti (+65 rispetto a ieri, di cui 221 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 976 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA