Per piscina e ponte sull’Albula è una stagione di grandi opere: ecco il percorso

Mercoledì 18 Maggio 2022 di Alessandra Clementi
Per piscina e ponte sull Albula è una stagione di grandi opere: ecco il percorso

SAN BENEDETTO  - Un lavoro certosino quello che sta portando avanti la ditta Ebanisteria di Caputo Di Cataldo e Michele Caputo snc di Corato nella messa in sicurezza della piscina Gregori, andando a smontare il tetto, infatti, ci si è resi conto delle tante fragilità delle fondamenta e questo potrebbe rallentare i lavori.

 

Il Comune ribadisce che il cantiere verrà restituito in autunno incrociando le dita. Intanto sono stati assegnati anche i lavori per la manutenzione straordinaria del ponte sull’Albula di via Piemonte. 


In questi giorni il tetto dell’impianto natatorio è stato smontato e sono arrivate le travi per la nuova copertura. Il problema è che andando a scoperchiare la piscina gli operai si sono resi conto delle fragilità delle fondamenta, da qui la necessità di lavorare con grande attenzione e sicuramente senza fretta proprio per non creare ulteriori danni. Infatti per rifare la copertura occorre rimuovere i pilastri delle pareti che allo stesso tempo sorreggono anche i solai, per questo c’è un rischio crollo. Si toglieranno 7 archi d’acciaio dopo aver posto le travi che poi saranno montate una volta demolito il tetto.

 «I lavori dovrebbero terminare entro l’autunno – afferma il vice sindaco Tonino Capriotti – in questa fase dovranno lavorare con cautela e delicatezza ma non ho elementi per pensare a uno slittamento delle scadenze». L’elaborato di ristrutturazione prevede la demolizione e il rifacimento del tetto in legno della vasca interna, definito pericolante dopo un’accurata relazione tecnica. Un intervento che complessivamente costerà 830mila euro. Va ricordato come la piscina interna era stata chiusa, un anno fa, lo scorso 20 giugno a seguito della relazione tecnica che ne aveva attestato problemi di sicurezza. Situazione che si è andata a sommare con la chiusura della vasca esterna risalente al 2014. Di conseguenza San Benedetto, tra utenti e società natatorie, è rimasta sempre una piscina e costretta a emigrare presso gli impianti dei Comuni limitrofi. L’intervento sulla piscina ammonta oltre 800mila euro compresi gli interventi sulla palestra e i campi da tennis, mentre per la vasca esterna i lavori arrivano a 1,5milioni di euro. E proprio per quest’ultimo intervento che il Comune spera di rientrare nel bando nazionale per Sport e Periferie dopo essere stati eliminati dal bando del Piano nazionale di ripresa e resilienza Sport ed inclusione sociale riservato a realtà urbane più grandi e a impianti supportati dalle federazioni sportive nazionali. 


Intanto ieri sono stati aggiudicati i lavori per la messa in sicurezza del ponte sull’Albula presente su via Piemonte. Sarà l’impresa Costruzioni Edili MAST srl di Teramo che ha risposto con l’offerta del -26,53% sull’importo delle opere per 229.849,83 euro per un importo totale di aggiudicazione pari a 173.606,23 euro. Successivamente si interverrà sul ponte di viale Trieste, all’imbocco del lungomare. Qui l’investimento per la ristrutturazione toccherà i 980 mila euro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA