Torna la Borsa Mercato del Lavoro, il turismo cerca camerieri e cuochi. Fissato l'incontro all'hotel Calabresi, ecco quando

Camerieri, una professione ancora molto richiesta
Camerieri, una professione ancora molto richiesta
di Marco Braccetti
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Marzo 2022, 09:10

SAN BENEDETTO - Mercoledì 6 aprile. Chi sta cercando un’occupazione in vista dell’imminente stagione turistica, deve segnarsi in rosso questa data nella propria agenda. Quel giorno, infatti, è prevista l’edizione 2022 della “Borsa Mercato del Lavoro”. Un’iniziativa promossa dalla Confcommercio, in collaborazione con l’associazione albergatori Riviera delle Palme. In sintesi, si tratta di un’occasione d’incontro diretto tra chi offre e chi cerca lavoro in ambito turistico. Dunque hotel e chalet, ma anche ristoranti e altre attività legate a questo particolare segmento economico. 

 

Appuntamento presso il centralissimo Hotel Calabresi, per una girandola d’incontri che andrà avanti dalle ore 10 alle 17. Si tratta della seconda edizione della Borsa. La prima si svolse nel 2019, poi la pandemia ha bloccato tutto. Ora si riparte. «Ripartiamo con ottimismo, proprio sulla spinta di molti associati che ci hanno chiesto di riorganizzare l’evento, così da poter selezionare direttamente il personale» afferma Fausto Calabresi: presidente provinciale di Confcommercio. L’obiettivo è bissare (o, meglio: superare) i numeri della prima edizione. Tre anni fa, alla “Borsa Mercato del Lavoro” parteciparono circa 40 attività, che riuscirono ad attrarre oltre 700 potenziali nuovi lavoratori. 

«Sono convinto che questo genere di incontri, molto diretti, sarà utile per abbattere dei muri ed eliminare delle distorsioni che, spesso, le persone hanno quando pensano al lavoro negli hotel - sottolinea il presidente di asso-albergatori: Nicola Mozzoni -. Per questo, la nuova Borsa sarà un’occasione importante davvero per tutta la popolazione sambenedettese e non solo». Lo staff organizzatore sta stringendo degli accordi con l’Ufficio provinciale del Lavoro e con l’istituto alberghiero “F. Buscemi” ed anche la data scelta non è casuale: «A fine marzo è previsto il termine dello stato d’emergenza e, dunque, eventi simili sono più facili da realizzare - rimarca il direttore di Confesercenti: Alessandro Scarioni -. Ma, sicuramente, ci saranno ancora delle regole anti-Covid e noi garantiremo un servizio di security che le farà rispettare». Ogni attività che ricerca lavoratori avrà un suo spazio dove raccogliere curricula e imbastire dei primi colloqui conoscitivi. Gli ingressi saranno contingentati e verranno realizzati dei “sistemi di filtraggio”, per ottimizzare i tempi e per indirizzare nel migliore dei modi un potenziale lavoratore verso le attività che cercano proprio quella figura professionale. Un esempio pratico: se un hotel cerca solo cuochi, si farà in modo che a quel desk non si presentino aspiranti camerieri. 

A tal proposito, viene da chiedere: quali sono le figure professionali più gettonate in vista dell’estate 2022? «Il personale di sala è sempre molto richiesto» risponde Mozzoni: patron dell’Hotel Relax. Dunque soprattutto camerieri. Sul fronte del personale che ha meno contatti con la clientela, a spiccare nella “lista dei desideri” degli operatori turistici ci sono soprattutto gli chef. Più flebile la richiesta per quanto concerne i servizi di portineria e - cosa forse non nota a molti - in base ai riscontri del presidente Mozzoni è in calo anche la domanda diretta di personale addetto alle pulizie ed alla sistemazione delle camere. «Questo perché - spiega, in conclusione, l’albergatore - sempre più strutture propendono per l’esternalizzazione di tali servizi, affidando tutto a ditte specializzate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA