San Benedetto, una notte choc. Esplode ordigno contro un bar. Rissa e sangue, cinque persone restano ferite, due gravi

Lunedì 1 Marzo 2021 di Emidio Lattanzi
Il luogo dove è esploso l'ordigno

SAN BENEDETTO - Notte da incubo in Riviera dove, nel giro di pochi minuti, si sono verificati due distinti episodi. Il primo, e più grave, è accaduto in via Manara ed ha provocato il ferimento di cinque persone due delle quali in condizioni serie. L’altro è invece stato un attacco incendiario ai danni di un bar. Pochi danni ma resta la gravità del gesto. 

 


Poco dopo le 21.30 si è verificato l’episodio più grave. In via Manara una furibonda rissa tra più persone, ha portato al ferimento di una donna e quattro uomini. Sui motivi del tafferuglio sono al lavoro gli agenti del commissariato di San Benedetto, dovrebbe trattarsi di un episodio collegato allo spaccio di sostanze stupefacenti. Tutto si è consumato in strada, a poche decine di metri di distanza dall’ospedale e nel corso della rissa qualcuno ha anche tirato fuori (forse da un’auto) un pesante martello con il quale ha iniziato a picchiare gli altri contendenti. Il risultato è stato che E.L.,, 35 anni di origini marocchine è arrivato in ospedale con un pesante trauma cranico ed è il più grave di tutti. Grave anche L.G., 32enne italiano, di Grottammare. Sempre in ospedale sono finiti anche A.K., albanese di 38 anni e S.L., 31enne marocchino insieme a sua madre, B.F. di 58 anni intervenuta verosimilmente per calmare gli animi. Della vicenda , come detto, si sta occupando la polizia. 

Circa un’ora dopo la rissa di via Manara, in via Laureati a Porto d’Ascoli, dall’altra parte della città, qualcuno ha lanciato una bomba incendiaria contro la porta di ingresso del bar Laureati. I danni sono stati pochi dal momento che le fiamme si sono spente subito e i soccorsi sono arrivati in poco tempo. Soltanto la porta a riportato lievi danni ma resta la gravità dell’episodio sul quale sono al lavoro i carabinieri anche perché quella zona, e quella via in particolare, erano state interessate da alcuni roghi dolosi appiccati ai danni di auto in sosta negli anni scorsi. Occorrerà insomma capire cosa ci sia dietro a quanto accaduto sabato sera e se possano esserci collegamenti con quegli eventi. 

Il tutto al termine di una giornata complicata dal punto di vista degli assembramenti. A 48 ore dal passaggio in zona Arancione e nel primo giorno di ordinanza anti alcol, in molti sembrano essersi lasciati un po’ troppo andare tanto che i controlli predisposti dal sindaco ed effettuati dalla polizia locale, hanno portato a due sanzioni nei confronti di altrettanti bar all’interno dei quali sono state trovate persone intente a consumare. Oltre alla sanzione ai gestori dei locali in questione sono state elevate multe a una decina di persone, quelle cioè che si trovavano all’interno. Tanti, ad ogni buon conto, gli assembramenti che si sono visti soprattutto all’interno del quadrilatero.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA