Spacciavano in pieno centro con una Smart dall'assicurazione scaduta: due stranieri non potranno più entrare in zona

Il commissariato
Il commissariato
di Laura Ripani
3 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2022, 14:22 - Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 12:53

SAN BENEDETTO - Arrestati per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di 14 dosi di eroina perfettamente confezionate: oggi la convalida dell’arresto con divieto di dimora nella provincia di Ascoli Piceno. I due stranieri nella tarda mattinata del 13 settembre avevano attirato l'attenzione degli uomini della squadra di polizia giudiziaria del commissariato di San Benedetto. Rispettivamente di nazionalità marocchina e tunisina, irregolari, erano inoltre già pregiudicati per gravi reati contro la persona, in materia di stupefacenti e contro il patrimonio.

L'operazione

L'operazione è avvenuta in pieno centro mentre i due stranieri percorrevano via Roma e via S. Martino più volte a bordo di una vecchia Smart. L’atteggiamento della coppia di stranieri, uno dei quali immediatamente riconosciuto per i suo precedenti penali, lasciava presagire - secondo gli inquiranti - l’intenzione  di commettere azioni illecite. Gli agenti pertanto hanno contoinuato ad osservarli fino a quando non hanno parcheggiato e si sono diretti a piedi verso l’area verde di via Mentana. Qui si sono incontrati con due tossicodipendenti italiani ai quali consegnavano alcuni involucri, ricevendo in cambio una somma di denaro. I due acquirenti cercavano quindi di allontanarsi ma venivano subito bloccati da uno degli agenti mentre altri poliziotti seguivano i due stranieri incamminatisi in direzione opposta.

L'auto parcheggiata

Arrivati  all’autovettura parcheggiata, i due sono saliti a bordo ma sono stati immediatamente fermati e sottoposti a perquisizione personale nel corso della quale sono stati trovate 10 dosi termosaldate di eroina pronte per essere vendute confezionate allo stesso modo delle 4 dosi trovate, nel frattempo, ai due acquirenti italiani. Uno dei due stranieri aveva poi oltre 700 euro, denaro sottoposto a sequestro, suddivisi in banconote di piccolo taglio a dimostrazione dell’incessante e pregressa attività di spaccio al dettaglio. L’autovettura infine risultata priva di copertura assicurativa e sottoposta a sequestro amministrativo ed affidata in giudiziale custodia.

Senza documenti ma con 14 dosi di eroina

I  due stranieri, privi di documenti, venivano quindi tratti in arresto per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di 14 dosi di eroina perfettamente confezionate. Oggi come detto la convalida dell’arresto con divieto di dimora nella provincia di Ascoli Piceno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA