San Benedetto, la protesta dei residenti: «Chiudono il parco alle 21 così i balordi bivaccano sereni»

San Benedetto, la protesta dei residenti: «Chiudono il parco alle 21 così i balordi bivaccano sereni»
San Benedetto, la protesta dei residenti: «Chiudono il parco alle 21 così i balordi bivaccano sereni»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Giugno 2022, 01:50

SAN BENEDETTO «Che senso ha chiudere un parco per evitare che dentro ci vadano balordi quando anche con i cancelli chiui i balorid entrano lo stesso?». Lo chiedono alcuni residenti dell’area di via Manara dove insiste il parco che si trova proprio al di sotto di via Conquiste e del cimitero di San Benedetto che segnalano il fatto di non poter usufruire del parco nelle ore serali dal momento che viene chiuso per motivi di sicurezza. 

Il paradosso dei cancelli 


«Dicono che si tratta di disposizioni finalizzate ad evitare che la notte entrino balordi e, in primo luogo, tossicodipendenti. Ma malgrado i cancelli siano chiusi le persone entrano lo stesso e fanno tutto quello che fanno in maniera indisturbata proprio perché sanno che, all’interno dell’area, ci sono soltanto loro». Il problema va avanti da un po’: «Non vogliamo criticare né l’amministrazione attuale né quella precedente, né tanto meno il comitato di quartiere - spiegano - ma vogliamo segnalare questa situazione perché è davvero paradossale e occorrerebbe rivedere il tutto perché è davvero brutto avere un parco a disposizione del quartiere e dover vedere i cancelli chiusi alle nove di sera». il tutto in una zona che i residenti stanno cercando di elevare in termini di decoro e dove, il Comune, proprio recentemente è intervenuto con l’attività di manutenzione del verde pubblico che ha interessato proprio il parco di via Manara distante, tra l’altro, poche decine di metri dal cantiere dell’ex mattatoio la cui demolizione è avvenuta la scorsa settimana per la realizzazione dei lavori che si andranno a effettuare, finanziati dall’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica – l’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica delle Marche nell’ambito dei Programmi di Riqualificazione Urbana per Alloggi a Canone Sostenibile – PRUACS, e che prevedono la realizzazione uno spazio residenziale di edilizia pubblica con un totale di quattordici alloggi. L’intera operazione ha un costo complessivo di 1,85 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA