Meteo, aperto il Coc per l'allerta arancione. Smottamenti e allagamenti, infilitrazioni in una scuola dell'infanzia

Venerdì 8 Ottobre 2021 di Luigi Miozzi
Ponte San Filippo: strada allagata dopo l'acquazzone

ASCOLI - Tanto tuonò che piovve. L’ondata di maltempo, come da previsione, si è abbattuta violentemente sul Piceno causando allagamenti, frane e disagi soprattutto al traffico e alla circolazione stradale.

 

Le infiltrazioni
Il nubifragio ha riproposto ancora una volta il problema dell’infiltrazione d’acqua nella scuola dell’infanzia di Castel di Lama in via Carrafo. Non è la prima volta che, in occasione di violenti acquazzoni, dal tetto dell’istituto scolastico l’acqua raggiunge le aule sottostanti.

Nonostante nel corso degli anni le varie amministrazioni comunale che si sono succedute siano intervenute, nel pomeriggio di ieri con il perdurare delle precipitazioni è arrivata la segnalazione dell’infiltrazione.

Il sindaco Mauro Bochicchio ha effettuato un sopralluogo per rendersi conto della situazione: si è valutata la possibilità di effettuare un intervento tampone ma il perdurare della pioggia ha reso difficoltosa la possibilità di svolgere lavori.


Il rischio chiusura
Nel frattempo è stata valutata anche la possibilità che la scuola possa rimanere chiusa nella giornata di oggi sebbene, in serata, una decisione in tal senso non era ancora stata presa. L’acqua caduta ha tenuto impegnati vigili del fuoco e agenti della polizia municipale che hanno dovuto effettuare numerosi interventi per mettere in sicurezza strade e sottopassi invasi dalle frane e dall’acqua.

Sono stati 50 gli interventi dei vigili del fuoco. Smottamenti di terra sono stati segnalati nella frazione di Colonnata, nei pressi dell’intersezione con la strada provinciale. La terra staccatasi dalla scarpata ha invaso la carreggiata creando un serio pericolo per le auto che si trovavano a percorrere la strada. Discorso simile a Vallesenzana.

Anche in questo caso uno smottamento ha ostruito per buona parte la sede stradale e sul posto è arrivata una pattuglia della polizia municipale che ha provveduto a segnalare il pericolo. Sulla strada che conduce, invece, alla frazione di Santa Maria a Corte, dal costone di roccia presenta sul lato della carreggiata si sono staccati alcuni pezzi di tufo che sono caduti sull’asfalto rappresentando un potenziale pericolo per gli automobilisti. Anche in questo caso, sul posto sono arrivati i vigili urbani. Non sono mancati gli allagamenti dei sottopassi.

Come spesso accade in caso di maltempo, si è reso necessaria la chiusura al transito del sottopasso di via del commercio nei pressi della Piceno Aprutina e quello di Villa Sant’Antonio che collega la Salaria con l’asse attrezzato.

L’amministrazione comunale di Ascoli, visto anche l’ultimo bollettino diramato dalla protezione civile regionale che ha segnalato per la giornata di domani il livello di allerta arancione per rischio idraulico e idrogeologico, ha aperto il Coc, ovvero il centro operativo comunale, al fine di coordinare al meglio gli interventi qualora ce ne fosse bisogno. L’allerta meteo prosegue per tutta la giornata di oggi per il perdurare di perturbazioni che stando alle previsioni dovrebbero continuare a portare violenti nubifragi su tutto il Piceno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA