Classi di nuovo in quarantena: «Ma paghiamo anche i comportamenti avventati di Pasqua»

Giovedì 15 Aprile 2021 di Cristiano Pietropaolo
Ascoli, classi di nuovo in quarantena: «Ma paghiamo anche i comportamenti avventati di Pasqua»

ASCOLI - Solo da pochi giorni gli studenti delle scuole di secondo grado (al 50%) e di primo grado (al 100%) sono rientrati in classe al termine della zona rossa che per quasi un mese è stata in vigore nelle Marche. E purtroppo si sono già verificati alcuni casi di contagi, con la successiva messa in quarantena delle classi come da protocollo. Una situazione che mette a rischio la conclusione in presenza dell’anno scolastico. «Attualmente ci sono due classi in quarantena a causa della scoperta della positività di alcuni studenti del nostro Isc. A breve dovrebbero rientrare in classe perché il periodo di quarantena è stato prorogato a 21 giorni» spiega la dirigente dell’Isc “Centro” Valentina Bellini.

 

Il ritorno della Dad 

«Ci sono tanti ragazzi ai quali abbiamo attivato la didattica integrata perché figli di positivi e in quarantena ce ne sono tanti. Questo virus gira ancora molto velocemente: penso che stiamo pagando qualche comportamento avventato avvenuto durante il periodo di Pasqua. Dovrà passare ancora un’altra settimana per capire se ne siamo davvero fuori. Sulla vaccinazione - prosegue - il mio personale al 90% si è vaccinato, compresi gli assistenti amministrativi e i collaboratori» . 

Le analogie

«C’è soltanto una classe in quarantena nei nostri istituti» aggiunge la dirigente dell’Isc “Solestà-Cantalamessa” Silvia Giorgi. « E’ un’analogia di quello che è successo in altri periodi dell’anno nella nostra scuola. Ci auguriamo che tutto possa terminare il più presto possibile». Anche all’Isc “Luciani” si sono verificati alcuni casi. « Come in tutti gli istituti cittadini sono venuti fuori alcuni casi. Parliamo di 2-3 classi con nuovi casi, anche se ad ottobre e novembre abbiamo avuto periodi peggiori» ci spiega la dirigente Elvia Cimica «Purtroppo non è una novità perché non abbiamo mai vissuto un periodo di serenità durante quest’anno scolastico». «Siamo venuti a conoscenza di due casi. Si tratta di due alunni che fanno parte dello stesso nucleo familiare» evidenzia la dirigente Cinzia Pettinelli « Non abbiamo previsto la quarantena perché questi due alunni positivi erano rimasti a casa negli scorsi giorni e non sono venuti a contatto con i propri compagni. Al momento la situazione è tranquilla ma purtroppo ho paura che le cose possano peggiorare». Situazione leggermente differente per le scuole di secondo grado, dove le lezioni in presenza sono previste solo al 50%.

La Pasqua

« Al momento non abbiamo avuto problemi e non mi risultano nuovi casi. Non ci sono quarantene» dice il dirigente del Liceo “Stabili-Trebbiani” Arturo Verna. Al Liceo Scientifico ci sono cinque le classi in quarantena, ma dalla dirigenza dell’istituto non si vuole commentare la situazione. « Ci sono stati due casi perché nel periodo di Pasqua le famiglie si sono riunite con le conseguenze del caso e ci sono solo due classi in quarantena» sottolinea la dirigente dell’Alberghiero-Agrario “Ulpiani” Rossanna Moretti « Nonostante il semi lockdown a livello nazionale, le persone hanno fatto di tutto e di più, ma noi restiamo aperti una settimana si e una no e andiamo avanti». « In questi giorni nessuno si è contagiato a scuola, anche se ci sono dei ragazzi in isolamento che stanno seguendo le lezioni a distanza. Toccando ferro, ad oggi non ci sono classi in quarantena» evidenzia il dirigente dell’IIS “Fermi-Sacconi-Ceci” Ado Evangelisti «Purtroppo le varianti del virus stanno generando questi problemi, ma noi cerchiamo di vivere al meglio la situazione: la priorità è tenere i ragazzi a scuola. Le attenzioni sono mille ma non possiamo mai essere sicuri, visto che la scuola è un ambiente dove circolano tante persone» prosegue il dirigente « Buona parte di insegnanti e collaboratori ha ricevuto la prima dose del vaccino e questo ci rassicura». 

Le sanificazioni

Problemi anche a Castel di Lama dove qualche giorno fa un alunno della scuola di Via Adige è risultato positivo. Il plesso è stato immediatamente sanificato e la classe interessata proseguirà il suo percorso educativo a distanza. Qualche giorno fa è emerso un nuovo caso di positività anche in una classe della scuola media “Mattei”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA