Assembramenti e ubriachi nel primo week end in zona gialla: ragazzo privo di sensi nel giardino della disco

Lunedì 8 Febbraio 2021 di Emidio Lattanzi
San benedetto, assembramenti e ubriachi nel primo week end in zona gialla: ragazzo privo di sensi nel giardino della disco

SAN BENEDETTO - Tante persone in giro per le vie del centro. È la fotografia del sabato pomeriggio lungo la Riviera delle Palme. Il primo sabato di zona gialla ha visto un mare di persone riversarsi per le vie del quadrilatero con centinaia di autovetture che hanno inondato le strade della Riviera.

 

A quanto si apprende nessuna sanzione è stata elevata dalla polizia locale che ha comunque pattugliato lo zone calde della movida.
Situazioni border line legate all’abuso di alcol ci sono comunque state. È il caso, ad esempio, di un ragazzo trovato privo di sensi nel giardino di una discoteca (chiusa) del lungomare Nord. Il ragazzo aveva bevuto talmente tanto che, dopo essersi introdotto all’interno dell’area protetta da una recinzione, è letteralmente svenuto. È stato avvistato da alcuni passanti che hanno chiamato il 118. Ubriaco era anche il giovanissimo automobilista, vent’anni, che si è schiantato con l’auto finendo fuori strada sulla Valmenocchia poco dopo l’una del mattino. È stato soccorso da ambulanza e carabinieri e, fortunatamente, non è grave.
Altra situazione preoccupante si è verificata in via La Spezia dove, intorno alle 10, una persona, anche in quel caso in preda ai fumi dell’alcol, ha iniziato a sbraitare prendendosela con i bidoni dei rifiuti che si trovano in zona. Sia quelli pubblici che si trovano a ridosso del parcheggio che si trova sullo slargo, sia con alcuni bidoni privati che sono dislocati a ridosso del marciapiede che si trova sulla parte settentrionale. Dal Comune parlano comunque di situazioni isolate: «I sambenedettesi si stanno comportando benissimo - ribadisce il sindaco Pasqualino Piunti - continua purtroppo ad esserci una parte di riottosi che continuano a comportarsi male senza capire che il rischio di tornare in zona arancione è sempre dietro l’angolo. C’è comunque la polizia locale e ci sono le forze dell’ordine che vigilano su tutta la situazione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA