Arriva una app che conta i passi e le pedalate. Meno inquini e più risparmi nei negozi di Ascoli

Arriva una app che conta i passi e le pedalate. Meno inquini e più risparmi nei negozi di Ascoli
Arriva una app che conta i passi e le pedalate. Meno inquini e più risparmi nei negozi di Ascoli
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Agosto 2022, 03:00

ASCOLI - Più cammini o pedali, più puoi risparmiare. Il messaggio che arriva da Palazzo Arengo è chiaro e forte. Imperniato sull’originale idea di premiare quei cittadini che meno utilizzeranno l’auto o mezzi motorizzati per gli spostamenti, ottenendo in cambio sconti sugli acquisti.  L’obiettivo è provare ad accompagnare la città verso una mobilità sempre più sostenibile, riducendo l’impatto di auto e tubi di scappamento, nel nome di una maggiore vivibilità, strettamente connessa con l’abbattimento graduale dei carichi di traffico. 

La strategia
 

E adesso, nell’ambito di una strategia più ampia di rimodulazione della mobilità, il sindaco Marco Fioravanti e l’amministrazione comunale puntano ad attivare una piattaforma digitale, con relativa app, per tracciare quotidianamente i percorsi (a piedi, in bici, in auto o con qualsiasi altro mezzo) dei cittadini che, previo consenso, decideranno di aderire all’iniziativa. Un’applicazione per gli smartphone che, secondo le previsioni, dovrebbe essere scaricabile e utilizzabile già entro il prossimo mese di settembre per una fase sperimentale fino a marzo 2023. E che sarà imperniata su una campagna informativa per sensibilizzare gli ascolani a consentire di farsi tracciare nei propri spostamenti attraverso i cellulari, per poter dimostrare di privilegiare i mezzi meno inquinanti e impattanti rispetto all’auto. Sulla base dei chilometri percorsi a piedi o in bici, dunque, si potranno ottenere punti da poter “spendere” nelle attività commerciali che aderiranno, ottenendo sconti sugli acquisti. Della serie, più rinunci all’auto e più risparmi nello shopping.

Il programma
 

All’interno di un più ampio programma comunale per favorire la mobilità dolce - tra piste ciclabili e azioni per incentivare l’uso del mezzo pubblico e di vetture condivise per gli spostamenti casa-lavoro, coinvolgendo le aziende - si inserisce ora questo originale tassello che, ricalcando la filosofia che vede in alcune città premiare chi differenzia maggiormente i rifiuti, riconosce punti e, quindi, sconti sugli acquisti nei negozi cittadini a chi preferisce usare altri mezzi di trasporto rispetto all’auto. Ed ecco, dunque, la decisione di attivare uno specifico strumento informatico integrato, costituito da una piattaforma di raccolta e gestione dei dati e da una applicazione scaricabile sugli smartphone che sia in grado di tracciare la modalità di viaggio degli utenti iscritti (monitorando percorso, mezzo, velocità, emissioni di Co2 e Kcalorie bruciate). Contestualmente, l’app assegnerà punti agli utenti, in base ai chilometri percorsi con i diversi mezzi, per accedere a sconti sugli acquisti nelle attività commerciali che aderiranno. Chiaramente, proprio in questa fase sperimentale prevista tra il prossimo settembre e marzo 2023 sarà importante capire quante persone forniranno il loro consenso – si ipotizza di poter coinvolgere l’1% della popolazione – ad essere monitorati negli spostamenti quotidiani in cambio di premi costituiti proprio da risparmi sugli acquisti. 

L'incentivo
 

Oltre a stimolare i cittadini a rinunciare quando possibile all’auto, con gli incentivi della raccolta punti per gli sconti (con benefici potenziali, quindi, anche per la rete commerciale cittadina), piattaforma e applicazione consentiranno anche di comunicare con i cittadini, sensibilizzandoli, inviando questionari e messaggi motivazionali oltre a promuovere eventi e iniziative. Inoltre, i dati raccolti serviranno anche per monitorare costantemente i flussi di traffico e le tipologie di mezzi utilizzati per pianificare ulteriori azioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA