Whirlpool assume impiegati: ne entrano 18. Oggi confronto in videoconferenza tra azienda e sindacati

Giovedì 22 Ottobre 2020 di Aminto Camilli

FABRIANO Imminente un incremento dell’occupazione dei colletti bianchi alla Whirlpool. In attesa del vertice tra il management della multinazionale statunitense e i sindacati, organizzato dal Mise e fissato per oggi (10,30) in videoconferenza, con tanto di sciopero di otto ore in tutti i siti italiani del gruppo, ecco che arriva una buona notizia sul versante occupazionale.

 

Ieri, l’azienda ha illustrato alla Rsu della sede impiegatizia un progetto finalizzato a un incremento dell’occupazione sul Customer Service fabrianese. In sostanza, entro fine anno saranno attivate 18 nuove posizioni: 2 full time, 16 part-time. L’aspetto rilevante è dato dal fatto che si tratta di lavoro aggiuntivo che viene portato sul nostro territorio, non di una pura operazione di insourcing. Pertanto, non verranno penalizzati fornitori locali. Nell’operazione saranno coinvolte le persone attualmente in ammortizzatore sociale al massimo utilizzo, cercando di individuare condizioni che non siano sfavorevoli per le persone stesse. Riguardo alle eventuali posizioni in eccesso, si andrà ad assumere dal territorio, creando, quindi, nuova occupazione. «Accogliamo positivamente questa inversione di tendenza – sottolinea la Fiom – che consolida quanto sta avvenendo negli stabilimenti produttivi, tra cui quello di Melano, dove si è tornati alla piena occupazione. Riteniamo importante aprire un confronto per capire come si possa coinvolgere tutto il personale di Whirlpool nella redistribuzione del lavoro, che finalmente, dopo tanti anni di sacrifici, sta tornando sul territorio, chiedendo all’azienda di rendere questa condizione strutturale». Sempre in riferimento alle funzioni impiegatizie, è stata concessa la possibilità di ricorrere allo smart working nell’intero Customer Service per tutto il mese di novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA