Cimiteri saturi, mancano i loculi. Non c’è più posto e ai cancelli si fa la coda per le visite

Cimiteri saturi, mancano i loculi. Non c è più posto e ai cancelli si fa la coda per le visite
Cimiteri saturi, mancano i loculi. Non c’è più posto e ai cancelli si fa la coda per le visite
di Giacomo Quattrini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Maggio 2021, 07:35

OSIMO  - Cimiteri osimani saturi. L’emergenza sta costringendo Comune e Osimo Servizi, l’azienda che ne ha la gestione, a prendere provvedimenti. Da inizio anno sono aumentate le esumazioni ed estumulazioni per liberare dei posti e a bilancio sono stati previsti per quest’anno quasi 500 mila euro per nuovi colombari nei tre cimiteri principali, il Maggiore in zona Borgo e quelli di San Giovanni e San Biagio.

LEGGI ANCHE:

Il Comune trova un tesoro di due milioni: serviranno per manutenzioni e aiuti per il post-Covid

 


Le operazioni di esumazione ed estumulazione di Osimo Servizi si sono dovute adeguare a una circolare del ministero della Salute che impone di svolgerle solo con cimiteri chiusi al pubblico. Per questo da ormai quattro mesi il Comune ha posticipato l’apertura ai cittadini alle 9,30 ma questo sta creando disagi. A sollevare il caso è stata Michela Staffolani di Fratelli d’Italia che evidenziava il rischio di creare assembramenti specie tra gli anziani che attendono fuori dai cancelli di prima mattina. Le lamentele ha indotto ieri il sindaco a organizzare un summit con gli uffici tecnici e Osimo Servizi per discutere proprio della gestione emergenziale dei camposanti. E in una nota Pugnaloni ha poi annunciato una ordinanza sindacale che, dalla prossima settimana, riporterà l’orario di apertura alle 7,30 in tutti i cimiteri tranne che in quello Maggiore.

Per il cimitero del Borgo, che da solo copre oltre il 60% delle incombenze, «Osimo Servizi –spiega il sindaco- prevede di completare tutte le operazioni di esumazione ed estumulazione entro la prima settimana di luglio». Dunque al Maggiore l’orario resterà quello attuale con apertura alle 9,30, almeno fino a giugno. A breve il Comune conta di dotare tutti i cancelli dei cimiteri di timer solari che consentiranno di programmate le aperture diversificando settimanalmente orari e giorni. 


«Osimo Servizi si sta già muovendo per la fattibilità economica per –spiega Pugnaloni- consentire già da metà giugno di aprire alle 7,30 il cimitero Maggiore almeno di sabato e domenica, senza dover attendere il completamento a luglio delle operazioni di esumazioni ed estumulazioni che sono state predisposte proprio per recuperare loculi ed ossari». Al contempo il Comune si è impegnato a rimborsare, sempre a partire da giugno, tutte quelle famiglie che, proprio a causa dei cimiteri saturi, sono costrette e portare il proprio caro defunto in un camposanto diverso da quello scelto. 


Finora gli osimani hanno dovuto pagare due sepolture: quella iniziale il giorno del funerale e quella di rientro nel cimitero scelto una volta accertata la disponibilità di spazio. Da giugno invece sarà il Comune a pagare direttamente alla Osimo Servizi il rientro della salma, facendo risparmiare circa 200 euro alle famiglie. Infine entro un paio di settimane dovrebbero essere pronti i progetti di ampliamento dei cimiteri. Stando al sindaco, durante l’estate il Comune appalterà i lavori per un investimento previsto a bilancio di 210mila euro per i nuovi colombari al Maggiore e 120mila euro a testa per quelli di San Giovanni e San Biagio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA