Violenza sessuale in piscina su bambini di 11 e 13 anni: condanna confermata all'operaio

Mercoledì 22 Gennaio 2020
Loreto, violenza sessuale in piscina su bambini di 11 e 13 anni: condanna confermata all'operaio

LORETO - Violenza sessuale in piscina, condanna confermata per un operaio. Lo hanno deciso i giudici della Corte di Appello di Ancona che hanno confermato la condanna a quattro anni di reclusione per un operaio di 49 anni di Loreto. Ed è proprio a Loreto che sono avvenuti gli approcci a sfondo sessuale nei confronti di due bambini, un bambino di Porto Recanati e una bambina della provincia di Ancona, che all’epoca avevano 13 e 11 anni.

LEGGI ANCHE:
Appena allattato non respira più per un rigurgito: cianotico in ospedale. Paura per un bimbo di due mesi

Addio a Giancarlo Garbuglia, grande terzino della Lazio negli anni '60. Per i tifosi era "Er gatto"

Secondo l’accusa l’uomo nel 2016 frequentava un impianto sportivo loretano così come i due bambini. Una volta, ad ottobre, dopo l’ora di nuoto l’operaio era entrato in una vasca idromassaggio dove c’erano i piccoli e lì avrebbe allungato le mani su entrambi facendosi a sua volta toccare nelle parti intime. Il mese successivo, a novembre, il secondo episodio, questa volta avvenuto nei confronti del bambino. Dopo quei fatti i bambini si confidarono, la piccola con una compagna di scuola che a sua volta aveva riferito il fatto a una docente, mentre il bambino lo avrebbe raccontato alla mamma. Erano quindi scattate le denunce nei confronti dell’uomo che finì sotto processo per violenza sessuale aggravata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA