Tuffo choc nel lago: scompare
in acqua davanti alla fidanzata

Tuffo choc nel lago
Scompare in acqua
davanti alla fidanzata
FIASTRA - Un giovane si tuffa nel lago di Fiastra e inizia a nuotare per raggiungere l’altra sponda, ma nel tragitto scompare sotto l’acqua. Il 23enne di origini tunisine e residente a Moie - M. A. S. le sue iniziali -, non è più riuscito a tornare a galla. La fidanzata era sulla riva del lago e ha visto il suo compagno annaspare e gridare. Subito ha dato l’allarme. Sono scattate le ricerche in acqua. Fino a ieri sera il giovane non era stato ancora recuperato. Il ventitreenne ieri mattina si era recato nel campeggio “B. side camp”, adiacente al lago, in contrada San Lorenzo, insieme alla fidanzata e ad alcuni amici. Aveva pranzato lì e poi si era recato insieme al gruppo sulla spiaggetta. Il giovane aveva poi deciso di fare una nuotata nel lago, una traversata da una sponda all’altra. Tutti gli amici glielo avevano sconsigliato, ma il 23enne non ha voluto saperne e si è tuffato in acqua. Poi il dramma. Il giovane, mentre era in mezzo al lago, improvvisamente ha iniziato ad annaspare e dopo alcuni secondi è scomparso sotto l’acqua e non è più riuscito a tornare a galla. Inutili le ricerche alle quali hanno partecipato anche i sommozzatori dei vigili del fuoco di Ancona. Erano le 15.15 circa di ieri. Il ragazzo potrebbe essere stato colto da un malore o essere stato risucchiato dalla corrente. A dare l’allarme la fidanzata che lo stava aspettando sulla spiaggia. Sul posto i carabinieri per le indagini, e anche il sindaco di Fiastra. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 12 Agosto 2018, 04:35 - Ultimo aggiornamento: 12-08-2018 11:38

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO