C’è il cantiere per gli asfalti: traffico in tilt a Palombina

Venerdì 6 Novembre 2020
C’è il cantiere per gli asfalti: traffico in tilt a Palombina

FALCONARA  - Sono iniziati i lavori di asfaltatura delle strade di Falconara. La prima tranche comprende il tratto tra via Flaminia e l’incrocio con via Marche a Palombina Vecchia: il cantiere ha comportato la necessità di rivedere la viabilità che è interrotta: necessario quindi percorrere strade alternative.

 

Si tratta di un intervento, che apre una lunga serie di manutenzioni in città, reso possibile dalle risorse che sono entrate nelle casse comunali con le multe dell’autovelox sulla Flaminia. Da lunedì poi partiranno anche i lavori sui marciapiedi per abbattere le barriere architettoniche, un altro segno di attenzione nei confronti dei cittadini che hanno problemi di deambulazione e delle mamme che debbono percorrere a piedi il tratto con le carrozzine

Nella mappa degli interventi figurano strade in centro, nella zona di mezzacosta, a Falconara Alta, a Palombina Vecchia e a Castelferretti. Oggetto di restyling saranno, dopo il cantiere in via Palombina Vecchia avviato ieri, via Volta (dall’incrocio di via Ville all’incrocio con via Spagnoli), via della Repubblica (dall’incrocio con via Trieste all’incrocio con via Mameli), via Verdi (dall’incrocio di via IV Novembre all’incrocio con via Cairoli), via Santorre di Santa Rosa (dall’incrocio con via Volturno all’incrocio con via Nievo), via Tommasi (dal sottovia della Statale allo stadio Fioretti, dallo Stadio Fiorettia al cimitero e dall’incrocio di via Aleardi all’incrocio di via P.Mauri), via dello Stadio (dalla carrozzeria Mazzarini al cavalca ferrovia e nella deviazione che sfocia in via Aeroporto), via Volturno (da via Nievo a via S. Rosa), via XIV Luglio (da via Bruno a via XXV Aprile), piazza Albertelli (strada e parte rialzata) e via Baluffi (da via Costa all’incrocio con via della Liberazione.


Non sono mancati i disagi per la viabilità a causa del cantiere aperto in via Palombina Vecchia: disagi che però preludono a una sistemazione stradale dignitosa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA