Impennata dei contagi e Arcevia chiude le scuole: ecco la situazione e le spiegazioni

Martedì 3 Novembre 2020
Arcevia, scuole chiuse

ARCEVIA  - Scuole comunali chiuse da oggi e fino al 24 novembre ad Arcevia, il primo Comune ad aver preso questo provvedimenti anche per primaria, media e scuola dell’infanzia. Il sindaco Dario Perticaroli ha firmato ieri un’ordinanza, che nasce dal carattere particolarmente diffuso dell’epidemia e l’incremento dei casi nel territorio di Arcevia.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, oltre 39mila vittime in Italia. Oggi 233 morti e 22.253 nuovi positivi, ma con meno tamponi

 

«In tale contesto – spiega il sindaco Perticaroli nell’ordinanza – soprattutto in riferimento alla necessità di realizzare una compiuta azione di prevenzione, si impone l’assunzione immediata di misure di contenimento e gestione dell’evolversi della situazione». Ha quindi previsto la sospensione dell’attività educativa in presenza nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria e nella scuola secondaria di primo grado dell’istituto comprensivo di Arcevia da oggi fino al 24 novembre. Due classi della primaria erano già in quarantena da alcuni giorni, dopo che la maestra era risultata positiva al covid. Tutti i bambini sono stati sottoposti al tampone e mentre in una classe sono risultati tutti negativi, nell’altra cinque sono invece risultati positivi. Ad Arcevia c’è anche la questione relativa al centro di accoglienza “Alle Terrazze” dove 23 ospiti sono positivi e 116 in isolamento. Nessuno può allontanarsi dalla struttura e, grazie anche un presidio costante da parte di carabinieri e vigili, e alla collaborazione tra Prefettura, Comune e Comando dell’Arma, l’attenzione è costante. Il focolaio è rimasto quindi concentrato all’interno anche se nel resto del territorio comunale il virus è arrivato ugualmente. L’unica vittima da covid registrata finora nel distretto sanitario è di Arcevia. Aveva 87 anni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA