Bagnante trova il pezzo di un ordigno bellico. Sos davanti a una grotta del Passetto

Sabato 15 Agosto 2020 di Emanuele Coppari
Bagnante trova il pezzo di un ordigno bellico. Sos davanti a una grotta del Passetto
ANCONA Allarme al Passetto. Ieri nel tardo pomeriggio un bagnante ha allertato i soccorsi perché è incappato in uno strano oggetto, che ha subito temuto fosse il pezzo di un ordigno bellico e che ha portato sulla battigia. Dopo averlo appoggiato in un tratto di spiaggia all’altezza delle grotte, in un piccolo pontile vicino all’acqua, ha immediatamente lanciato l’allarme. 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, i nuovi positivi oggi nelle Marche sono 11 (ieri 32) /Il contagio in tempo reale nelle regioni

LEGGI ANCHE: Papà di sessant'anni in terapia intensiva, contagiato dal figlio rientrato dalla Croazia. Nuovi positivi, i dati come a maggio

 
Sul posto è subito intervenuta la Capitaneria di porto, ma poiché si trattava della battigia, dunque di una zona di competenza della Questura, i militari della Guardia costiera hanno allertato la polizia. Una pattuglia si è portata nella spiaggia del Passetto: gli agenti, nel corso di un primo sopralluogo, hanno verificato che in effetti si trattava dell’ogiva di un proiettile. A quel punto hanno creato un primo cordone di sicurezza attorno all’ordigno, mentre sono scattate le procedure per la rimozione e la messa in sicurezza della zona, che è stata transennata. I poliziotti l’hanno tenuta sotto controllo in attesa dell’intervento degli artificieri, che sono stati allertati. La scena ha ovviamente attirato l’attenzione di quanti si trovavano al Passetto in quei momenti, al termine della giornata di mare. Una vigilia di Ferragosto che si è conclusa con il brivido. 
Il 16 luglio scorso un allarme bomba c’era stato sulla spiaggia di Marcelli. Una bambina faceva il bagno in riva al mare quando l’occhio le era caduto su un frammento luminescente sul bagnasciuga. Pensava fosse il riverbero di una moneta o di una conchiglia. Poi si era accorta che in realtà era uno strano oggetto metallico, a punta, della grandezza di un pacchetto di sigarette. La bambina, 6 anni, era corsa all’ombrellone, entusiasta della scoperta da mostrare a mamma e papà. Non poteva immaginare di aver trovato i resti di un ordigno bellico. Erano stati i genitori, una coppia di turisti di Modena in vacanza in riviera, a dare l’allarme alle forze dell’ordine. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA