Ancona, ristoratore aggredito di notte
Coinvolto in una rissa, naso fratturato

Ristoratore aggredito di notte
viene coinvolto in una rissa
e va all'ospedale col naso rotto
ANCONA - Notte Bianca di alcol e sangue al porto antico, fra risse e drink a oltranza. Una notte di eccessi, contenuti però da controlli molto attenti, anche se alla fine un ristoratore, pestato da uno sconosciuto, è finito all’ospedale con il naso fratturato. L'Sos è stato lanciato all’1,45 quando nel piazzale all’esterno del Bar del Porto è scoppiata una rissa. Andrea Brazzini, 39enne titolare di Anguì, lo street food di pesce inaugurato un anno fa, è stato ritrovato riverso sull’asfalto quasi privo di sensi, con il volto trasformato in una maschera di sangue. «Fino a un minuto prima era con me, avevamo appena chiuso il locale, stava andando al bar di fianco al nostro - racconta il socio Guido Capozzucca, che ha assistito alla scena da lontano -. Quando sono uscito, ho scorto un ragazzo sulla trentina d’anni che lo aggrediva alle spalle, poi non ho visto più nulla perché un ammasso di gente l’ha circondato. Nessuno riesce a capire perché sia successo tutto questo, neanche Andrea». Ne è nata una rissa a colpi di pugni e calci, sembra fra peruviani, che poi se la sono data a gambe all’arrivo dei soccorsi. Neppure Silvia, la moglie del ristoratore, si spiega l’aggressione. «Io non ho assistito, ma mio marito mi ha raccontato di essere stato raggiunto da un tipo che è sbucato da un fianco e l’ha colpito dritto in faccia, con così tanta violenza che gli ha fratturato il setto nasale. Davvero non ne comprendiamo il motivo. Qualcuno dice che fosse un peruviano. Speriamo che le telecamere dell’ufficio postale abbiano ripreso tutto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 25 Settembre 2017, 05:35 - Ultimo aggiornamento: 25-09-2017 05:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO