Nervi tesi all'evento sulla sostenibilità: in piazza Cavour irrompe Fridays For Future. «Stoppare chi parla è da fascisti»

Domenica 14 Novembre 2021 di Teodora Stefanelli
Il flash mob di Fridays for Future

ANCONA - Ha preso il via ieri mattina “Sostenibilmente”, l’evento di due giorni organizzato dal Comune per parlare di mobilità elettrica, riforestazione e promozione di stili di vita sostenibili e consapevoli in città. Ma, a pochi minuti dall’inizio dell’intervento degli assessori comunali, è scattato il blitz di Fridays For Future e di altri movimenti ambientalisti sotto il tendone allestito in piazza Cavour. 

 

 
Un gruppo composto da una decina di manifestanti ha improvvisato un flash mob e, al ritmo del “ballo del bla bla”, ha criticato aspramente la politica di mobilità sostenibile del Comune. Nonostante le proteste e gli animi che per un attimo si sono scaldati (l’assessore ai Trasporti Ida Simonella è sbottata: «Interrompere chi parla è fascista») la conferenza è poi proseguita senza intoppi. L’obiettivo dell’incontro era quello di mostrare il lavoro fatto in ambito green in otto anni di amministrazione Mancinelli e presentare il futuro della mobilità sostenibile nella città di Ancona. 


Simonella ha detto: «Sono stati spesi 28 milioni di euro per il miglioramento di strutture scolastiche e sportive. Le scuole primarie Socciarelli e Mercantini sono il massimo sotto il profilo delle classificazioni antisismiche ed energetiche. Stiamo intervenendo con ristrutturazioni e azioni di miglioramento sotto il profilo del miglioramento energico». L’assessore pone l’accento poi sulla mobilità sostenibile. «Stando alla classifica di Legambiente il Comune di Ancona non è tra le prime posizioni. Ma siamo 20esimi su 105 Comuni per trasporto pubblico. Il nostro obiettivo è farlo diventare un Comune sempre più sostenibile, pensando in particolare all’elettrico. Abbiamo a tal proposito circa 30 milioni di investimento che andranno per l’acquisto di 7 filobus e altri 20 autobus elettrici. C’è un rinnovo della flotta verso l’elettrico che passa attraverso il bando della mobilità sostenibile».

Restando sul tema della mobilità elettrica l’assessore alla Partecipazione Democratica Stefano Foresi ha detto: «Ci sono attualmente in città 16 postazioni, sono 8 colonnine doppie, per la ricarica dei mezzi elettrici. Abbiamo in progetto di installarne altre 36, quindi 18 coppie di ricariche elettriche da 22 chilowatt ciascuna». Prosegue Foresi: «Andrebbero a coprire i punti più sensibili come le poste, il Comune, gli ospedali e l’Università». Infine il Pums, il piano urbano di mobilità sostenibile, tra i punti in elenco. «Vi invito a compilare il questionario – ha ricordato Foresi alla platea – per dare delle idee e per coinvolgere attivamente la cittadinanza così che i progettisti possano disporre delle informazioni necessarie sulle caratteristiche degli spostamenti e sull’attitudine a utilizzare nuove modalità di viaggio». 


Tante le iniziative previste all’interno degli stand di Sostenibilmente (aperti fino a oggi pomeriggio alle 17): dal laboratorio di riuso crativo passando per le attività dedicate ai bambini come “raccogli, steccia e ricicila”, fino al workshop utile ad imparare l’utilizzo del compost in orticultura.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA