Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il virus continua la ritirata, in provincia di Ancona sono 20 i comuni Covid free. Ma c'è una caso di variante indiana

Il virus continua la ritirata, in provincia di Ancona sono 20 i comuni Covid free. Ma c'è una caso di variante indiana
Il virus continua la ritirata, in provincia di Ancona sono 20 i comuni Covid free. Ma c'è una caso di variante indiana
di Lorenzo Sconocchini
4 Minuti di Lettura
Sabato 26 Giugno 2021, 02:55 - Ultimo aggiornamento: 27 Giugno, 10:23

ANCONA  - Alle terre liberate dal Coronavirus si aggiungono nell’ultima settimana due cittadine importanti anche per il turismo, Numana e Corinaldo, facendo salire a venti i comuni anconetani dove non c’è più traccia di contagi.

Covid, la variante Delta nelle Marche: tre casi con il ceppo indiano già accertati. Tutte donne, non vaccinate e in città diverse. Ecco dove

In altri 19 inoltre la circolazione virale è ormai ridotta al minimo e per contare il numero dei residenti ancora positivi a Sars-Cov-2 avanzano le dita di una mano. Solo in otto comuni su 47 le infezioni in corso riguardano 5 o più cittadini e solo in uno, Filottrano, l’incidenza dei positivi attuali supera la soglia di uno ogni mille, anche se rispetto a una settimana fa la situazione è ancora migliorata, con i “positivi attuali” scesi nella cittadina del distretto dell’abbigliamento da 15 a 11.


La ritirata
L’epidemia è in forte regressione in tutta la provincia di Ancona, anche se la comparsa dei primi tre casi accertati della contagiosissima variante Delta (o indiana) anche nelle Marche - uno a Senigallia - fa stare con il fiato sospeso. Per ora, comunque, nessun segnale di rialzo della curva. Con un solo caso di contagio registrato ieri (su 13 in tutte le Marche) il bilancio su sette giorni della provincia di Ancona si chiude con 16 nuovi positivi, con una media giornaliera di poco superiore a 2 e un’incidenza settimanale di 3,5 ogni 100mila abitanti, tra le più basse in Italia. Rispetto alla settimana precedente, che aveva registrato 30 nuovi contagi, i casi nell’Anconetano si sono praticamente dimezzati.

Con una frenata del genere nelle nuove infezioni, continua ad assottigliarsi anche lo “stock” dei positivi attuali in carico ai Comuni, un numero che si aggiorna quotidianamente inserendo i nuovi casi diagnosticati e togliendo i guariti. Ancona capoluogo nell’ultima settimana è scesa da 47 positivi a 34 e attualmente ha solo 86 residenti in quarantena, contando anche gli isolamenti precauzionali dopo contatti ravvicinati con positivi. Senigallia è passata da 37 a 16 residenti positivi, Jesi da 23 a 20, Osimo da 22 a 17, Falconara è stabile a 16, Fabriano è passato da 6 a 5. Castelfidardo, uno dei centri della Valmusone investiti per primi a febbraio dallo tsunami della variante inglese, cambia categoria e passa tra i Comuni catalogati nei bollettini della Regione “con meno di 5 casi”, a testimoniare una presenza trascurabile del virus.


La frenata
I Comuni dove non c’è più traccia del Coronavirus, alla data di ieri, erano dunque 20: Arcevia, Belvedere Ostrense, Castelbellino, Castelleone di Suasa, Castelplanio, Corinaldo, Maiolati Spontini, Mergo, Montecarotto, Montemarciano, Morro d’Alba, Numana, Offagna, Ostra Vetere, Poggio San Marcello, Rosora, San Paolo di Jesi, Serra de’ Conti, Serra San Quirico, Sirolo.
Continuano a scendere i residenti della nostra provincia in isolamento domiciliare, ieri 481, e la frenata dei contagi si riflette sulla situazione dei reparti Covid degli ospedali anconetani, che durante l’ondata di marzo erano arrivati a curare più di 400 pazienti infettati da Sars-Cov-2. A mezzogiorno di ieri, con l’ultimo aggiornamento del Servizio Sanità della Regione Marche, solo 11 pazienti Covid erano in carico alle strutture ospedaliere della provincia: 10 all’ospedale regionale di Torrette (8 a Malattie infettive e 2 in terapia intensiva) e uno in intensiva nella pediatria del Salesi, mentre altri 5 positivi (tecnicamente non annoverati tra i ricoveri) sono alla residenza Dorica dell’Inrca. 


Le vittime 
Ieri nella nostra provincia, dopo una settimana senza vittime, c’è stato un altro decesso correlato all’epidemia, con la morte di un’osimana di 77 anni ricoverata a Torrette. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria le vittime anconetane del Coronavirus sono state 969.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA