Il cardinale Edoardo Menichelli
ospite del Rotary Club Osimo

Venerdì 11 Dicembre 2015
Il cardinale Edoardo Menichelli ospite del Rotary Club Osimo

NUMANA - Una serata carica di umanità e misericordia può essere definita quella organizzata dal Rotary Club Osimo insieme all'Inner Whell Ancona-Riviera del Conero, alle Azalee di Numana con il Cardinale Edoardo Menichelli che ha parlato di famiglia, di carità e di misericordia.
E' stata la presidente del Rotary Club Osimo Lucia Baioni a introdurre il Cardinale che è stato salutato dalla presidente dell'Inner Wheel Fiorella Seccia. Il Cardinale non ha deluso le aspettative dei presenti che volevano conoscere le novità in atto nella Chiesa, soprattutto dopo il recente Sinodo dei Vescovi a cui ha partecipato per nomina pontificia. Il Cardinale ha esordito dicendo che il Sinodo ha preparato un documento che ha consegnato al Papa, al quale solo spetterà interpretarlo, decidere e mettere in atto i documenti necessari ed opportuni.

Comunque, “ non cambiano i comandamenti, non cambiano i sacramenti, non cambia il Vangelo, ma cambia il modo di approcciarsi alla società che stretta tra azioni e contraddizioni vive una stagione inedita e molto delicata. Al primo posto viene messa la famiglia come prima cellula di ogni società e proprio perché per la sua importanza, ha bisogno di preparazione e assistenza; preparazione, nella fase di formazione con il matrimonio; assistenza, nei momenti della crescita. E' tanto importante la famiglia che il Cardinale ha affermato come nel Sinodo sia stato consigliato di mettere una famiglia all'interno della preparazione dei seminaristi al sacerdozio.

Nel suo dialogo con i presenti il Cardinale Menichelli ha anche parlato del Giubileo della Misericordia e dei maggiori appuntamenti diocesani, tra i quali, il primo è l'apertura della "Porta Santa" nella Cattedrale di San Ciriaco, domenica 13 dicembre alle 16.45. Le presidenti dei due Club Lucia Baioni e Fiorella Seccia hanno ringraziato il Cardinale per la sua disponibilità e chiarezza di linguaggio che ha permesso a tutti di entrare meglio nelle problematiche che le innovazioni spontaneamente portano con sé.

© RIPRODUZIONE RISERVATA