Tamberi non decolla a Trieste: salta solo 2,15. Due tentativi a 2,23 andati a vuoto

Sabato 28 Maggio 2022
Gianmarco Tamberi in azione

TRIESTE Non decolla Gianmarco Tamberi al Triveneto Meeting di Trieste. Il campione olimpico del salto in alto si imbatte in condizioni climatiche sfavorevoli allo stadio Grezar e non fa meglio di 2,15, dieci centimetri in meno di quanto saltato sabato scorso in Diamond League a Birmingham. Per l’azzurro delle Fiamme Oro c’è soltanto il sesto posto, con un errore a 2,20 e due tentativi non andati a buon fine a 2,23, in un pomeriggio fortemente condizionato dalle folate, tipiche della zona, che disturbano non poco i saltatori e in alcuni casi spingono a terra i ritti su cui è posizionata l’asticella. Si attende un’ora (dalle 14.30 previste) nell’auspicio che il vento possa placarsi ma le raffiche continuano, e chi riesce a gestirle meglio è il brasiliano Thiago Moura capace di 2,23, stessa misura dell’olandese Douwe Amels che lascia una macchia in più sul percorso alle quote più basse. Terzo con 2,20 il cipriota Vasilios Konstantinou, quarto (2,20) il messicano Edgar Rivera, quinto Stefano Sottile (Fiamme Azzurre) che al terzo tentativo va a bersaglio a quota 2,20. Tamberi (ok a 2,10 e 2,15 saltando in calzamaglia) chiude a pari merito con l’altro Fiamme Oro Silvano Chesani (2,15). Per l’eroe di Tokyo, che mercoledì festeggerà i 30 anni, era la terza uscita stagionale, la prima in Italia, dopo il 2,20 di Doha e il 2,25 in Gran Bretagna. Martedì è annunciato di nuovo in pedana nella tappa Gold del Continental Tour a Ostrava (Repubblica Ceca) e poi sarà tra le stelle del Golden Gala Pietro Mennea, dove ritroverà il qatarino Mutaz Barshim con cui ha condiviso l’oro dei Giochi di Tokyo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA