La Lube supera l'ultimo esame prima del campionato: con Perugia finisce 3-1 all’Eurosuole Forum

Martedì 5 Ottobre 2021
Juantorena e Simon a muro durante il test tra Lube e Perugia

CIVITANOVA I campioni d’Italia della Lube superano con voti alti la prova generale contro i vicecampioni di Perugia. All’Eurosuole Forum è andata in scena la classica prova generale prima dell’inizio del torneo. Una verifica dello stato dell’arte nella settimana che precede la prima di campionato, un allenamento congiunto tra le due supercorazzate della Superlega che hanno dato vita a quattro tiratissimi set. La Lube ha vinto il punto a punto dei primi tre parziali, mentre gli umbri si sono aggiudicati il quarto set, giocato al meglio dei 15 punti, un tie break vero e proprio.

Sia coach Blengini che il suo collega Nikola Grbic hanno schierato il miglior sestetto del momento utilizzando a sprazzi gli uomini della panchina. Lube con la squadra un po’ risicata per le assenze di Zaytev, Jeroncic e Yant, quest’ultimo addirittura in borghese in tribuna, mentre lo Zar faceva continuamente capolino tra la palestra della sala pesi e il mondoflex tricolore dove si giocava l’allenamento. Quando sono in campo Perugia e Civitanova, però, di tutto si può parlare tranne che di incontro amichevole. C’è stata qualche protesta, in particolare degli umbri per le decisioni arbitrali con la palla molto vicina alla riga che delimita il campo per destinazione, ad animare una sfida ricca di tantissimi contenuti tecnici e agonistici. La sfida, fatta di giocate di elevatissimo pregio, si è giocata soprattutto in banda. Anderson, Leon e l’ex Rychlichi da una parte; capitan Juantorena, il giovane ed interessantissimo Gabi Garcia, e Lucarelli, top scorer dei biancorossi con 14 realizzazioni, dall’altra. Lube in campo con De Cecco al palleggio per Gabi Garcia opposto, Simon e Anzani centrali, Lucarelli e Juantorena laterali, Balaso libero. La Sir risponde con Giannelli in cabina di regia per l’ex biancorosso Rychlicki finalizzatore, al centro Solè e Mengozzi, in banda Anderson e Leon, libero Colaci. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA