Ancona, una vittoria con il Montevarchi per spiccare il volo in classifica

L'esultanza dei giocatori dell'Ancona sotto i propri tifosi a Pesaro
L'esultanza dei giocatori dell'Ancona sotto i propri tifosi a Pesaro
di Peppe Gallozzi
4 Minuti di Lettura
Domenica 2 Ottobre 2022, 03:30

ANCONA Schivare la più classica delle bucce di banana su cui poter scivolare. Ancona-Montevarchi potrebbe riassumersi esattamente così. Da una parte, infatti, ci sono i dorici galvanizzati dallo 0-3 conquistato nella tana della Vis Pesaro tra mille difficoltà con la possibilità concreta di irrompere nelle zone d’altissima classifica. Dall’altra, invece, ecco il Montevarchi fanalino di coda partito con una serie di insidie e orfano del suo mister Roberto Malotti (compagno di banco di Colavitto nel corso da allenatore di Coverciano) out, da qualche tempo, per motivi di salute.

Sei punti separano in classifica le due squadre (Ancona a quota 8, Montevarchi a 2) con gli ospiti che non hanno ancora conosciuto il dolce sapore della vittoria in stagione. E proprio per questo il livello di attenzione, in casa biancorossa, dovrà essere ancor più alto del solito. La storia insegna che le gare di questo tipo, per certi versi, sono quelle più difficili da affrontare e vanno letti in questa direzione gli “urlacci” del Comandante Colavitto durante la rifinitura di ieri ai suoi per tenerli costantemente in allerta. Un risultato positivo oggi, magari supportato da un “bis” in Coppa Italia contro il Rimini degli ex Delcarro, Sereni e Tofanari mercoledì, proietterebbe Gatto e compagni in condizioni importanti verso il big match di domenica prossima contro la Reggiana al Mapei. 

Poche novità, rispetto quanto già anticipato, in formazione. Si procederà sostanzialmente con la riconferma dell’undici che ha piegato la Vis al Benelli con le sole eccezioni di Vitali tra i pali dal primo minuto (Perucchini, vittima di una lussazione acromion claveare, ne avrà ancora per almeno tre settimane) e Di Massimo in avanti al posto dell’acciaccato Moretti – tenuto a riposo precauzionale dopo il fastidio all’adduttore – che rientra dopo aver scontato il turno di squalifica. Un Di Massimo carico e galvanizzato anche dalla nascita, in settimana, dei suoi due gemelli Nicolò e Sofia. Per il resto, confermata la linea difensiva a quattro con il tandem centrale Bianconi-De Santis sostenuto ai lati dai terzini Mezzoni e Martina, così come la mediana composta da Paolucci (ieri ha festeggiato il compleanno), Gatto e Simonetti. Nel tridente, insieme a Di Massimo, l’imprescindibile Spagnoli e il giovane Lombardi che avrà così un’altra chance per mettersi in mostra. Va finalmente almeno in panchina Mirco Petrella con l’eventualità di poter tornare utile nel finale qualora il suo ingresso dovesse rendersi necessario. Altri assenti D’Eramo, sulla via del ritorno dopo l’infortunio alla spalla, Mondonico, con un’altra squalifica di da scontare, e il lungodegente Berardi. In tribuna sarà presente anche l’ex attaccante della Fermana Kingslay Boateng, ufficialmente in prova con l’Ancona. 

La sfida del Del Conero sarà affidata al signor Domenico Mirabella di Napoli che, in questa stagione, ha già diretto per il girone B di Lega Pro Lucchese-Imolese (3-1). Assistenti El Filali di Alessandria e Tomasi di Schio. Quarto D’Agnillo di Vasto. La partita sarà visibile in diretta streaming su Eleven Sports, a rimbalzo sul pacchetto “Diretta Gol” di Sky e in radiocronaca integrale sulle frequenze di Radio Tua Ancona. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA