Squid Game parla senigalliese con la voce di Sofia. A 11 anni è una doppiatrice contesa dalle principali produzioni

Lunedì 27 Dicembre 2021 di Sabrina Marinelli
Sofia Fronzi, 11 anni, originaria di Senigallia dove sta trascorrendo le feste natalizie

SENIGALLIA - È di Sofia Fronzi la voce italiana di Ji-Yeong, la figlia del protagonista di Squid Game. L’11enne di origini marchigiane, il padre è senigalliese e la madre romana, fa parte della squadra di doppiatori della serie sudcoreana che sta spopolando su Netflix. Anche la sorellina Greta di 8 anni sta seguendo le sue orme. Insieme hanno cantato al concerto di Natale trasmesso su Canale 5 dall’Auditorium della Conciliazione a Roma.

 
L’enfant prodge
Sofia è un enfant prodige del doppiaggio, ha debuttato tra i big dando la voce alla famosa Masha del cartone Masha ed Orso due anni fa. Ha frequentato una scuola di doppiaggio, senza mai tralasciare gli studi dove colleziona sempre ottimi voti. Intanto ha appena concluso il doppiaggio di Squid Game, una serie molto seguita nonostante le evidenti barriere linguistiche, ora superate perché i personaggi parlano italiano e tra le voci c’è anche quella di Sofia Fronzi. Pur vivendo a Roma torna spesso a Senigallia dove trascorre le vacanze estive e quelle natalizie. In questi giorni è qui con tutta la famiglia riunita. «Da quando ha doppiato Masha Sofia è cresciuta moltissimo artisticamente – racconta la madre Simona Sensini – ormai è considerata un piccolo prodigio nel mondo del doppiaggio, se la contendono per avere la sua voce nei film». Ha lavorato e sta lavorando per Netflix, Disneyplus, Apple tv, Amazon prime, Sky Tv, Rai Yoyo, Cartonito e Disney.


Il cinema
Ha doppiato anche molti film per il cinema. Tra le ultime pellicole ha prestato la sua voce ad Alice, la figlia del personaggio interpretato da Angelina Jolie nel film di Alice e Peter. «Sofia è bravissima anche nello studio – prosegue la madre – ha eccellenti risultati scolatici. Frequenta la prima media nella scuola statale Marcello Mastroianni di Roma ed è bravissima nonostante stia sempre in sala doppiaggio al leggio. Anche la sorella Greta di 8 anni sta seguendo la sua strada. Erano insieme all’Auditorium della Conciliazione per il concerto di Natale».
Il giorno di Natale Sofia ha partecipato anche a “La giostra dell’amore” su Rai 2, nel frattempo è uscito il film “A Muppets Christmas Letters to Santa” che lei interpreta in italiano e il 5 gennaio è in uscita “Vicky e il suo cucciolo” dove è Sofia a doppiare la protagonista Vicky. Spesso il sogno di una bambina è quello di diventare un’attrice invece a Sofia piace stare dietro alla telecamera, nonostante sia anche una bellissima bambina, facendo un lavoro di precisione che la diverte molto. «Sofia ha iniziato a parlare prestissimo e le piaceva molto - ricorda la madre – si divertiva anche a modificare la voce e ad imitare. Aveva una dote. Ce ne siamo accorti mentre giocava con le bambole e non aveva nemmeno tre anni». Ognuna si esprimeva in modo diverso, con un’intonazione differente, ma era sempre Sofia che, ancora piccolissima, stava dando voce nella sua cameretta alle bambole con cui giocava. «Seguendo questa sua passione – prosegue la madre - ad 8 anni l’abbiamo iscritta ad una scuola di doppiaggio». Per lei è diventato un lavoro, è anche molto precisa e rigorosa, ma il doppiaggio resta comunque prima di tutto la sua grande passione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA