Scenaria da Oscar a Macerata, Dante Ferretti lancia il festival dedicato alla scenografia

Venerdì 9 Aprile 2021 di Steno Fabi
Lo scenografo di fama mondiale Dante Ferretti

MACERATA - La pandemia non ferma le idee. Ed è così che nasce Scenaria. «La scenografia è arte abitata, è la rappresentazione di un mondo – dichiara il pluri premio Oscar Dante Ferretti – mi fa piacere avere ispirato e partecipare al progetto Scenaria, il primo Festival che si occupa di scenografia nei vari settori. Sono felice inoltre che prenda il via proprio dalla mia città natale, Macerata. Spero che la scenografia possa essere il mezzo per una rinnovata stagione delle arti». 

 
Un Festival che si propone di far conoscere l’arte magica della scenografia in tutte le sue forme artistiche, da quelle storiche artigianali a quelle tecniche, fino ad arrivare alle ultime innovazioni tecnologiche e spettacolari dei grandi allestimenti cinematografici, teatrali e televisivi. Negli anni la scenografia ha ricoperto sempre di più un ruolo sostanziale in tutto il mondo artistico, dal teatro all’opera, dal cinema alla televisione, nata da un’idea dall’artista Mauro Mazziero (che ne è anche il presidente), Scenaria si pone l’obiettivo di mettere a confronto i grandi scenografi e promuovere i giovani talenti.

«Sarà il racconto dello spazio che si fa arte, il luogo che da sfondo diviene elemento importante nella vita dell’uomo - ha spiegato lo stesso Mazziero - Lo spazio e i suoi autori diventano così protagonisti di storie e processi creativi che acquistano un valore autonomo rispetto ai contenuti di film e spettacoli».

LEGGI ANCHE:

Giulia Salemi e la mamma Fariba Tehrani all’Isola dei Famosi 2021: «Esco e scopro in puntata che avrebbe partecipato al reality»

Mario Draghi: «Vaccino prima gli over 60, con che coscienza si saltano le liste? Riaperture sì, ma in sicurezza»

Nei tempi del Coronavirus, Scenaria apre la sua attività con progetti dedicati alla valorizzazione dell’arte della scenografia e dei suoi protagonisti con la produzione di filmati e reportage, tra cui il corto documentario Marche una terra di scenografi, visibile da oggi sul sito www.scenariafestival.it, un viaggio ispirato da Dante Ferretti e dedicato ai grandi protagonisti della scenografia di ieri e di oggi della terra cento teatri, diretto dal regista Tommaso Malaisi, a cura di Cristina Tilio, accompagnato dalla voce di Luca Violini, realizzato con la consulenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Macerata Katiuscia Cassetta, David Miliozzi, Federico Lelli Ferretti e Renata Lelli Ferretti.

Una Regione che ha dato i natali a tanti scenografi che dal 1600 ad oggi, hanno fatto la storia del teatro, del cinema e della televisione italiana, tra gli ultimi più noti ricordiamo Carlo Cesarini da Senigallia, autore delle più famose scenografie televisive degli anni 50 come Studio Uno o Canzonissima, Mario Garbuglia, vincitore di numerosi David di Donatello e Nastri d’Argento per le scenografie di grandi film tra cui Il Gattopardo, Rocco e i suoi Fratelli, La grande Guerra, e Ferdinando Scarfiotti, premio Oscar nel 1988 per la scenografia de L’ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci.

«È con un profondo senso di orgoglio che il Comune di Macerata ha accolto Scenaria - ha affermato il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli – un grande progetto che coinvolge il territorio nel nome dell’arte della scenografia. Macerata saprà essere punto di riferimento per questa nobile arte, le cui radici sono ben piantate, oggi come ieri, nella storia della nostra città». Legati dall’amore per la regione Marche i più grandi nomi di quest’arte come Benito Leonori, Enrico Pulsoni, Pierfrancesco Giannangeli, Raffaele Curi, Anton Giulio Mancino, Henning Brockhaus, Giancarlo Colis, Giancarlo Basili, Emanuele Scorcelletti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA