«Un cordolo per salvare le vite». La proposta per impedire la svolta pericolosa e altri incidenti

Venerdì 17 Settembre 2021 di Osvaldo Scatassi
La manovra vietata e pericolosa lungo strada Rosciano

FANO - Dissuasori della svolta a sinistra tra via Campanella e la rotatoria delle opere compensative, a Rosciano di Fano. Un intervento per rendere più sicuro il tratto di strada dove, soltanto pochi giorni fa, è avvenuto un incidente mortale. La proposta è di Alessandro Fracassa, fanese che percorre piuttosto spesso quel settore della viabilità locale, sia per lavoro sia per uscite in bicicletta.

 

L’idea del fanese Fracassa
«La stessa soluzione – argomenta Fracassa – è stata adottata a suo tempo sulla Flaminia per impedire che il traffico proveniente da monte entrasse in via Squarcia». Era stata infatti proibita la svolta a sinistra, ma siccome tanti automobilisti continuavano a non darsene per intesi, l’amministrazione comunale è corsa ai ripari installando i cordoli al centro della carreggiata.

«A quel punto – prosegue Fracassa – i comportamenti scorretti sono terminati. La stessa cosa bisognerebbe farla a Rosciano, in corrispondenza dello spartitraffico davanti all’abitato. Mi sono fermato lì per un quarto d’ora e ho visto quattro automobili, più un furgone, tagliare all’estremità dell’aiuola, manovra proibita. In certi casi i conducenti sfruttano uno slargo sulla destra, per rendere la svolta meno secca, creando però un pericolo ulteriore anche per chi percorra la strada nella stessa direzione».

Pericolosa scorciatoia
Molti automobilisti insistono a cercare una pericolosa scorciatoia, entrando in paese dall’estremità dello spartitraffico nonostante la segnaletica lo proibisca e imponga di andare dritto verso la rotatoria, che poi consente l’accesso in sicurezza all’abitato. Altri ancora, diretti invece a Bellocchi, svoltano poco prima allo spartitraffico di via Campanella, compiendo un’altra manovra proibita. La ragione è però la stessa: evitare di allungare il giro (giusto qualche decina di metri) per imboccare la rotatoria delle opere compensative, come invece si dovrebbe fare. 

L'assessore Tonelli
Proprio nei giorni scorsi l’assessora comunale Fabiola Tonelli ha assicurato che entro il mese saranno finanziate le due rotatorie per mettere in sicurezza quel settore della viabilità fanese. Un rondò più grande alla fine di via Campanella e uno più piccolo all’ingresso del paese. Nel frattempo, però, si potrebbe adottare una soluzione ponte, temporanea: ecco la proposta sui dissuasori della svolta a sinistra. Fra l’altro i residenti continuano a segnalare condizioni ancora più pericolose durante la notte: «Ci sono automobilisti che, pur di non arrivare fino alla rotatoria, approfittano del buio per imboccare contromano lo svincolo dell’uscita da Rosciano».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA