Il rally dell'Adriatico a Urbino: in gara 110 equipaggi per 9 prove speciali ma prima sfilata in centro storico

Sabato 14 Maggio 2022 di Beatrice Giannotti
Si svolge a Urbino la ventinovesima edizione del rally dell'Adriatico

URBINO - Torna il rally a Urbino e nel Montefeltro, l’ultima gara risale al 1995 (con il Rally del mobile, poiché promossa nel Pesarese da imprenditori del settore). Oggi e domani Urbino, Fermignano, Cagli e Fossombrone saranno animate da 110 equipaggi di appassionati di questa disciplina grazie a quello che l’assessore allo sport di Urbino, Marianna Vetri, definisce «un esempio di gioco di squadra e sinergia per tutto il territorio. Un importante evento sportivo, ma anche turistico che mette in rete più comuni».

 

Carovana di mille persone
Grazie al 29° Rally Adriatico sono arrivate a Urbino e nelle città circostanti oltre 1.000 persone che già dallo scorso giovedì sono in zona per effettuare le ricognizioni del percorso (almeno tre sono obbligatorie per regolamento). Oriano Agostini, presidente del comitato organizzatore e ideatore di questo evento, che ora gestisce con la Prs group, afferma che si tratta di «un ritorno a Urbino, lasciando il Maceratese dopo 11 anni di fila. Per questa edizione abbiamo deciso di tornare in queste zone perché abbiamo ritenuto potesse essere un salto di qualità per la manifestazione visto il territorio molto interessante per la parte tecnica, con un importante valore aggiunto grazie al valore turistico. L’aumento delle adesioni ci ha dato ragione e ne siamo molto contenti».


Tutta la parte tecnica sarà gestita nel parco assistenza allestito nella zona industriale di Fermignano, compreso lo shakedown nel pomeriggio di oggi, per dare ai team il tempo di aggiustamenti dell’ultimo minuto.
Questa sera dalle 19 tutti gli equipaggi faranno una passerella nel centro storico della città di Urbino per tornare poi a borgo Mercatale dove verranno presentati tutti i team. Momento sempre molto apprezzato dagli appassionati del settore.

L'inizio domani alle 7.30
La gara inizierà domani alle 7,30: partenza da borgo Mercatale, sotto i torricini ducali, per 9 prove speciali che prevedono 3 diverse prove ripetute per 3 volte. I tratti che interessano le prove sono la zona di San Fiorano, Molleone e Montalto Tarugo (che vedrannoper l’occasione una limitazione al traffico).
«Non si tratta di una semplice prova di velocità perché vanno rispettate delle tempistiche ben chiare che tengono presente le regole del codice della strada - spiega Simone Bettarini, direttore di gara – potremmo definirla una prova di regolarità su strade sterrate».

I partecipanti si muoveranno infatti in un anello che da Fermignano li porterà a Cagli per poi passare a Fossombrone e poi percorrendo la “strada vecchia” torneranno a Fermignano. Non tutti i tratti di percorrenza sono chiusi al traffico ed è per questo che nel momento in cui non si sta disputando la prova deve essere controllata la velocità. Tre le categorie si hanno campionato italiano rally terra, campionato italiano terra rally storici e campionato italiano cross country.

Strutture ricettive piene
Grande la soddisfazione degli organizzatori per il grande successo di adesioni, molto soddisfatta l’amministrazione comunale. Il territorio prende vita con un quasi tutto esaurito nelle strutture ricettive, come confermato da Urbino Incoming, partner per l’ospitalità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA