Villa Severi riapre a grande richiesta con le visite guidate dei volontari Fai: ecco il prossimo appuntamento

Mercoledì 25 Maggio 2022
Villa Severi riapre a grande richiesta con le visite guidate dei volontari Fai: ecco il prossimo appuntamento

PESARO -  Si declina tra arte, natura, bellezza ed enogastronomia l’agenda estiva studiata dal Fai di Pesaro Urbino. La prima data è sabato 28 maggio per visitare la splendida Villa Severi sul colle Ardizio. A grande richiesta, e per gentile concessione della Fondazione Meuccia Severi, si riapre alle visite il curatissimo parco e la sorprendente casa-museo, specchio del gusto e della personalità della loro ideatrice, Meuccia Severi, prima capitana d’industria della Pesaro degli anni della ricostruzione.

 

Villa Severi è oggi sede della Fondazione Severi, nata nel 2008 per la volontà della stessa Meuccia che voleva lasciare la sua preziosa raccolta d’arte alla pubblica fruizione. Una collezione che «guarda al moderno senza dimenticare l’antico con importantissimi autori che rappresentano le varie modalità espressive che hanno caratterizzato il XX secolo proseguendo in quello attuale». La villa, realizzata nel 1962 su disegno della sua stessa proprietaria, è immersa in un vasto parco che custodisce la piscina a forma di trifoglio e importanti sculture.


Giardino che fa «un unicum da conservare e comunicare, soprattutto al territorio di appartenenza - fa notare Fiammetta Malpassi capodelegazione Fai provinciale - con la casa-museo che rispecchia la personalità della sua creatrice». Durante le Giornate Fai di Primavera è stato possibile visitare il parco e la villa, godere delle bellezze naturali e artistiche. Sabato 28 maggio l’orario di apertura sarà dalle 10 alle 18 con visite guidate ogni 30 minuti a orario continuato a cura dei volontari Fai. Prenotazione obbligatoria al 3398265159 (10/12; 16/18) entro le 12 di venerdì 27 maggio. Contributo per il Fai: 3 euro per gli iscritti, 5 euro per i non iscritti. Un’esperienza in parte replicata ma solo nel giardino nella serata di sabato 27 agosto con un concerto a cura del M° Federico Mondelci e aperitivo a bordo piscina.

Il secondo appuntamento del fai è a Cà Romanino ad Urbino dove l’Associazione Cà Romanino ha la sua sede, il 9 giugno per approfondire il rapporto dell’architettura di Giancarlo De Carlo con il paesaggio e la città di Urbino. Previsto un aperitivo e concerto al tramonto con il M° Federico Mondelci. Domenica 26 giugno, la Festa dei volontari Fai sul tema “Terre e Territori, vivere le nostre colline” nell’Azienda Guerrieri a Piagge per dialogare su criticità e punti di forza nelle esperienze dell’Azienda Guerrieri e della Proloco di Piagge.

L’occasione per incontrare Kontrasti, l’associzione che ha ideato il contest fotografico nelle Giornate di Primavera incentrato sulla figura dei Volontari e degli Apprendisti Ciceroni. Sabato 2 luglio, ad Isola di Fermignano, visita della residenza gentilizia dove, nell’agosto del 1578, Torquato Tasso compose la “Canzone al Metauro”, letture e aperitivo. Giovedì 21 luglio, Palazzo Ducale di Urbino. Visita ai nuovi spazi espositivi a cura del direttore Luigi Gallo. Aperitivo. Concerto di musica antica nel cortile. Sabato 6 agosto, visita alla settecentesca Villa Monacelli e giardino a Rosciano di Fano. Accompagnamento musicale a cura di Paolo Rampioni e aperitivo. Infine ultima tappa, domenica 18 settembre alla Farroteca Monterosso a San Lorenzo in Campo (info 3398265159).

© RIPRODUZIONE RISERVATA