Anche la polizia sulle tracce di Eva, tutti alla ricerca di una cagnolina in fuga dal canile

Lunedì 22 Marzo 2021 di Elisabetta Marsigli
Eva, la cagnolina in fuga

PESARO - Eva è una piccola cagnolina (intorno agli 8 chili) arrivata in adozione a Pesaro dal canile di Rieti. Purtroppo giovedì scorso, ad appena una settimana dal suo arrivo, si è liberata dalla pettorina ed è scappata mentre stava facendo la sua passeggiata in strada di Borgheria, nella zona tra villa San Martino e Villa Fastiggi.

 

Da allora si sono attivati molti volontari di Enpa Pesaro e di molte associazioni del territorio che stanno battendo anche le zona di Celletta, 5 Torri e Santa Veneranda alla ricerca di Eva. Le volontarie suggeriscono, in caso di avvistamento, di avvicinarla con cautela ed eventualmente di provare a chiamarla Rosi e non Eva, il nome che aveva nel rifugio da cui proviene. Rosi/Eva era arrivata a Pesaro il 7 marzo: si tratta di una cagnolina molto timorosa e timida che si spaventa per un nonnulla.

La famiglia che l’ha adottata, che abita in via Peschiera (tra via Giolitti e il Campus) stava iniziando a farle prendere fiducia con delicatezza, insegnandole ad andare al guinzaglio. Ma un rumore improvviso l’ha spaventata: si è divincolata dalla pettorina ed è fuggita giovedì 18 marzo, durante proprio una di queste passeggiate. Qualche giorno fa era stata avvistata nel pericolosissimo tratto autostradale dell’A14 e la Polizia Stradale si era messa sulle sue tracce per cercare di evitare pericolosi incidenti, ma all’imbocco della galleria di Novilara, Eva ha ripreso la via del bosco ed è scomparsa alla vista della volante.

LEGGI ANCHE

L'Europa chiude al vaccino Sputnik, Breton: «Non ci serve e i russi hanno difficoltà a produrli»

Decreto Sostegni, tutte le misure per le partite Iva: contributo a fondo perduto e esonero contributi

È amica dei gatti e si pensa che stia sopravvivendo mangiando il cibo lasciato nelle varie colonie feline. Da ieri è stato attivato anche un drone per cercarla e diverse coppie di volontari continuano a perlustrare i quartieri di riferimento. In questi casi sono molto difficili i recuperi, perché non c’è stato il tempo sufficiente per stabilire un rapporto di fiducia con i nuovi padroni: Rosi/Eva è molto spaventata e non risponde al richiamo, occorrerebbe, una volta avvistata, cercare di circoscrivere la zona e usare la massima attenzione e dolcezza per avvicinarla, magari con qualche ghiotto boccone di würstel. Meglio non inseguirla, nonostante tutto è giovane e ha molta energia ancora. In caso di avvistamento si prega di contattare il numero 333.7374053 Elena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA