Tra i cespugli del parco Miralfiore spuntano marijuana e anfetamina in polvere

Giovedì 18 Marzo 2021 di Luigi Benelli
Un carabiniere al Parco Miralfiore teatro di continui controlli

PESARO - Controlli al parco Miralfiore, oltre alla droga più classica, come la marijuana, spunta fuori anche l’anfetamina. I carabinieri hanno effettuato dei controlli nelle zone di spaccio come la stazione, il parco delle Rimembranze e il parco Miralfiore. Assieme ai militari anche il Cio di Vibo Valentia, la Compagnia di intervento operativo e l’unità cinofila con il cane One, un pastore belga dal fiuto infallibile.

 

 

Il cane ha infatti segnalato al suo conduttore la presenza di stupefacente in un cespuglio. L’involucro conteneva infatti marijuana, circa 8 grammi. Ma c’era anche dell’altro: anfetamina in polvere. Si tratta di un composto chimico organico che viene utilizzato dai tossici come eccitante del sistema nervoso. Al Miralfiore sono state trovati vari tipi di droghe: dall’eroina alla cocaina, dall’hashish alla marijuana, ma è la prima volta per l’anfetamina. Gli spacciatori sono soliti nascondere la droga tra arbusti e alberi, una pratica comune per evitare di essere beccati con lo stupefacente addosso, cosa che farebbe rischiare loro denunce o arresti. Nella giornata di mercoledì due giovani, un gambiano e un italiano erano stati trovati in zona stazione. 

Alla vista dei carabinieri erano scappati e uno di loro aveva lanciato un sacchetto con pochi grammi di marijuana. È stato raggiunto e segnalato alla prefettura come consumatore. Nonostante il lockdown non si ferma di certo lo spaccio e alcune zone restano sempre calde.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA