Il ristorante è chiuso: i ladri portano via le tv di ultima generaziona ed i mobili della cucina

Mercoledì 7 Aprile 2021 di Luigi Benelli
Pesaro, il ristorante è chiuso: i ladri portano via le tv di ultime generazione ed i mobili della cucina

PESARO - Una delle categorie economiche più colpite dalle chiusure dovute alla pandemia: i ristoranti. Ma sembra piovere sul bagnato per chi da settimane è chiuso e può lavorare solo con l’asporto, inevitabilmente con fatturati calati vistosamente. I ladri hanno fatto visita al ristorante Sesto Senso sulle Siligate tra Pesaro e Gabicce.

 

Il colpo al locale sulla Statale 16 è stato pesante perché i ladri, dopo aver forzato la porta di ingresso, hanno portato via ben 4 televisori di ultima generazione e i mobili della cucina. Un colpo da qualche migliaia di euro non proprio facile da digerire in un periodo difficile come questo. Sul posto è intervenuta la polizia che ha provveduto a rendicontare l’ammanco. C’erano anche gli uomini della scientifica alla ricerca di possibili tracce che possano portare all’identificazione dei ladri che devono essere arrivati con un furgone per poi trafugare il tutto. E sempre la polizia è intervenuta ieri pomeriggio in un supermercato della zona Torraccia per un diverbio tra un cliente e un cassiere (che aveva ripreso il cliente) che rischiava di degenerare, ma quando gli agenti sono intervenuti gli animi si erano già acquietati. Intanto la Prefettura ha reso noto il bilancio dell’attività nelle tre giornate del lungo weekend pasquale. Sono state controllate 593 attività commerciali (239 nella giornata di sabato, 166 nella giornata di domenica e 188 in quella di lunedì) con la contestazione di 3 illeciti e la conseguente chiusura degli esercizi. I locali non rispettavano le norme, c’è chi non garantiva il distanziamento e chi ha ospitato clienti anche se era vietato. Nel corso di questo ultimo fine settimana sono state intensificate le attività di controllo sull’osservanza delle misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus COVID-19 nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino. Sono stati oltre 250 gli agenti impegnati. Nelle giornate di sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile sono state controllate rispettivamente 607, 566 e 920 persone per un totale di 2.093 individui. Le violazioni amministrative contestate sono state 35 nella giornata di sabato, 25 nella giornata di domenica e 43 in quella di lunedì. Sono in corso le verifiche su alcune autocertificazioni ritenute sospette, poco fondate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA